rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Novafeltria

Il Comune riduce i lampioni, sul territorio il 50% dell'illuminazione non a led verrà spenta

Provvedimento attivo già da lunedì (17 ottobre), l'amministrazione: "Spegnimento alternato di tutti i punti dell’illuminazione pubblica esistente sul territorio comunale, ad eccezione dei corpi illuminanti a led"

Taglio all’illuminazione pubblica. E’ quanto attuerà il Comune di Novafeltria a partire da lunedì (17 ottobre). Il provvedimento è contenuto in un’informativa, a firma della giunta comunale, che il Comune ha diffuso durante le scorse ore attraverso i propri profili social. Accadrà che i lampioni si alterneranno, uno acceso e uno spento, con l’intento di risparmiare. “E’ stata assunta la decisione – si legge nel documento -, di provvedere allo spegnimento alternato di tutti i punti dell’illuminazione pubblica esistente sul territorio comunale, ad eccezione dei corpi illuminanti a led e di quelli insistenti sulla Marecchiese”.

Il Comune spiega poi i motivi che hanno portato a questa decisione. “Il caro energia ha comportato ad oggi un aggravio di spesa, per il solo consumo energetico, quantificabile nella misura del 123%”. Da qui le priorità, che sono quelle di garantire invece il riscaldamento nelle scuole: “Tale iniziativa ci consentirà di garantire – scrive l’amministrazione -, i servizi di riscaldamento nei plessi scolastici, affinché gli studenti, gli insegnanti e tutto il personale non debbano rinunciare al confort di un ambiente adeguatamente riscaldato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune riduce i lampioni, sul territorio il 50% dell'illuminazione non a led verrà spenta

RiminiToday è in caricamento