Con le guardie del Comune evitati atti vandalici e danneggiamenti di proprietà pubblica e privata

Si conclude il progetto "Mille occhi sulla città" che ha visto i vigilantes pattugliare le zone calde di Riccione

Si concluderà domenica 23 agosto il progetto "Mille occhi sulla città" a cui ha aderito il Comune di Riccione in tema di pubblica sicurezza. Il progetto ha visto l'attivazione di un servizio di vigilanza integrata con la Polizia Locale sul territorio comunale di Riccione nelle ore notturne, dal 24 luglio al 23 agosto, in punti di osservazione fissa e dinamica. Quattro agenti delle Guardie giurate particolari, su due auto di pattuglia in luoghi nevralgici della città come la zona del luna park, da viale Ceccarini al al Marano, comprensivo della nuova passeggiata. Il principale impiego delle guardie giurate è stata a tutela del patrimonio pubblico e privato di Riccione, dei parchi e degli arredi urbani, ma anche della sicurezza dei turisti e dei cittadini. Come da protocollo ministeriale, le guardie particolari hanno espletato il loro impegno sia come vigilanza e deterrenza che come primo allarme per l'intervento successivo delle Forze dell'Ordine nell'evenienza di reati, come nel caso della rissa dello scorso 2 agosto finita con 5 giovani identificati dai carabinieri. Particolarmente importante la presenza dei "mille occhi sulla città" nel weekend di Ferragosto, in cui sono stati diversi gli interventi preventivi da parte delle guardie giurate del Comune di Riccione.

Infatti nella notte tra domenica e lunedì, un gruppo di giovani, quasi per passare il tempo, ha iniziato a spostare tutte le sedie di un bar dal lungomare alla spiaggia. Forse con l'intento solo di fare un dispetto, i ragazzi hanno messo a soqquadro l'esterno del bar ma sono stati sorpresi e costretti a rimettere tutto a posto dalle due guardie in servizio su piazzale Roma. Questa notte, stesso copione, ma stavolta i ragazzini stavano per spostare in spiaggia le sedie posizionale in piazzale Roma per i concerti di Deejay on stage. Beccati sul fatto delle guardie sono stati costretti a rimettere tutto a posto prima di allontanarsi. 

Sempre le guardie giurate del Comune di Riccione, in servizio tra viale Ceccarini e viale Dante, sono intervenute la scorsa notte con i carabinieri di Riccione per una lite in un bar sul viale. Pare infatti che un gruppo di clienti del locale, tutti con mascherina sul volto, abbia iniziato ad insultare un altro gruppo di turisti che invece la mascherina l'aveva abbassata o non l'aveva affatto. Dagli insulti sono passati alle mani e gli animi si sono calmati solo con l'intervento delle guardie e dei carabinieri.  Il servizio delle guardie giurate terminerà il 23 agosto, e tra i principali interventi si contano soprattutto le segnalazioni su arredi urbani, come panchine, griglie per le biciclette o fioriere, danneggiati da ignoti e nel caso in cui è stato possibile la sistemazione di questi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento