rotate-mobile
Cronaca

Concessioni demaniali, l'Anci: "Il prossimo governo coinvolga i comuni sulle gare"

Per l'associazione le amministrazioni locali devono essere coinvolte nella definizione di quelle che saranno le linee guida dei nuovi decreti dato che si dovranno occupare delle procedure di gara

La palla passi al prossimo esecutivo per la definizione dei decreti attuativi della legge sulla Concorrenza in materia di concessioni demaniali turistiche. L'Anci Emilia-Romagna, per bocca del presidente Luca Vecchi, chiede dunque di attenere il risultato delle urne, dato che farlo prima del 25 settembre "significherebbe comprimere se non annullare qualsiasi partecipazione degli Enti locali". Per Anci, infatti, i Comuni devono essere coinvolti nella definizione di quelle che saranno le linee guida dei nuovi decreti, dato che si dovranno occupare delle procedure di gara, "con iter che si immaginano sicuramente complessi e che "dovranno poter tenere conto della specificità dei singoli territori". I Comuni della Riviera, aggiunge il delegato al Turismo dell'associazione regionale Matteo Gozzoli, "saranno chiamati a gestire migliaia di procedure" e "nella storia turistica ed economica di questi territori sono sempre stati protagonisti delle scelte strategiche insieme alla Regione e alle associazioni di categoria". Da qui la richiesta di "maggior coinvolgimento e, visti i tempi ormai quasi inesistenti, di aprire un tavolo di confronto con le Regioni e i Comuni dopo il 25 settembre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessioni demaniali, l'Anci: "Il prossimo governo coinvolga i comuni sulle gare"

RiminiToday è in caricamento