Condomini 'barricati' in casa per colpa del fumo

In un cantiere erano state lasciate accese delle pompe idrovore che, oltre a causare un fortissimo rumore, rilasciavano una grande quantità di gas di scarico

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Rimini sono intervenuti nel tardo pomeriggio di sabato in via Giusti, dove una donna aveva chiesto intervento al 112 in quanto in un cantiere nei pressi della sua abitazione erano state lasciate accese delle pompe idrovore che, oltre a causare un fortissimo rumore, rilasciavano una grande quantità di gas di scarico tanto da costringere tutti i condomini a tenere le imposte chiuse.

I Carabinieri, giunti sul posto, dopo aver appurato che la situazione era insostenibile, prima hanno cercato di rintracciare i responsabili del cantiere ma, non trovando nessuno, hanno spento d’iniziativa i macchinari. Infine è stato segnalato il fatto al personale dell’Arpa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento