Confcooperative Ravenna-Rimini fra gli Innovatori Responsabili della Regione Emilia Romagna

Il progetto Apeiron prevede tre azioni su tre differenti fronti: energia, acqua e mobilità

Confcooperative Ravenna-Rimini si è aggiudicata il secondo posto tra gli Innovatori Responsabili durante la premiazione dell’iniziativa indetta dalla Regione Emilia Romagna: Premio ER Rsi - Innovatori Responsabili (sezione associazioni di imprese) che ogni anno intende promuovere la cultura della responsabilità sociale di impresa e l’innovazione responsabile sostenendo imprese ed enti del territorio regionale.

"Il progetto presentato dalla nostra Unione territoriale, Apeiron (Ambiente pulito - esempi per le imprese della Romagna), si inserisce in un programma più ampio iniziato lo scorso anno con cui intendiamo promuovere i 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 e stimolare le nostre associate a impegnarsi con iniziative e progetti verso il raggiungimento di almeno uno dei Goals indicati dall’Onu - commenta il direttore di Confcooperative Ravenna-Rimini Andrea Pazzi -. Quest’anno abbiamo deciso di impegnarci con un progetto portato avanti da noi in prima persona e che potesse fungere da esempio e modello replicabile per le nostre imprese. Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento, di fatto il primo ricevuto da Confcooperative Ravenna-Rimini dopo l’integrazione territoriale avvenuta qualche mese fa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto Apeiron prevede tre azioni su tre differenti fronti: energia, acqua e mobilità. Nello specifico l’Associazione sta lavorando per un efficientamento energetico delle proprie sedi di Ravenna, Rimini e Faenza che già oggi utilizzano energia da fonti rinnovabili 100% certificate; approvvigionamenti e forniture sostenibili di acqua potabile con eliminazione di ogni contenitore in plastica; utilizzo di veicoli di servizio a trazione elettrica e istallazione di colonnine di ricarica presso le proprie sedi. Il progetto si pone quindi in coerenza con gli Obiettivi 6, 7, 11 e 12 degli Obiettivi Onu e con la Carta dei principi di Rsi della Regione Emilia-Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento