Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Consiglio comunale sul parco eolico: Europa Verde chiede di vedere carte, costi e benefici

"Questo argomento farà uscite allo scoperto chi ha una visione green del futuro, chi pensa al progresso ma passando per un’innovazione tecnologica sostenibile"

Europa verde di Rimini prende nuovamente posizione riguardo al dibattito in atto sull’installazione di 59 pale a largo della costa della Provincia riminese.

“Leggiamo che oggi – affermano i Verdi – nel Consiglio Comunale di Rimini, verrà messo in votazione un ordine del giorno dal titolo 'Parere negativo alla realizzazione della centrale eolica. In attesa di conoscerne l’esito siamo davvero curiosi di vedere come andrà la votazione e di capire come avverrà la discussione: se verrà relazionata solo da chi l’ha presentata, o se verrà data la parola anche a qualcuno che possa spiegare, nel merito, di cosa si sta parlando, cioè di politiche energetiche rinnovabili e di futuro per le nuove generazioni".

Continuano i Verdi: "Anticipiamo anche, che questo argomento, sarà utile per far uscire allo scoperto chi sta con i conservatori dello status quo e chi invece ha una visione green del futuro, chi pensa al progresso ma passando per un’innovazione tecnologica sostenibile e a basso impatto ambientale. Chi prende decisioni pensando all’emergenza climatica e chi continua a sostenere le fossili e le trivellazioni (fregandosene dei gravissimi problemi della subsidenza e dell’erosione della costa), la pesca senza limiti, la cementificazione del litorale). Chi desidera una società basata sull’io: “voglio energia ma fatta da qualcun altro basta che il mio giardino resti intonso” e chi pensa anche al noi: “serve energia e mettiamo a disposizione il nostro giardino per il bene comune".

Come Europa Verde Rimini i rappresentati chiedono di poter "valutare attentamente sia il progetto definitivo che la VIA (valutazione impatto ambientale), pertanto chiediamo al consiglio comunale di Rimini che si voti no all’Odg e si vada avanti aprendo contestualmente un accurato dibattito sull’argomento coinvolgendo tutte le parti sociali, preparandosi a fare le dovute osservazioni e, perché no, anche le puntuali richieste di correzione/prescrizione da attuarsi sul progetto definitivo e sulla VIA. Ad oggi solo poche forze politiche hanno preso una posizione condivisibile alla nostra, tra questi vogliamo ricordare gli amici di +Europa, giustamente attenti alla transizione energetica, speriamo che anche la maggioranza riminese prenda la strada giusta, perché noi la nostra l’abbiamo già segnata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale sul parco eolico: Europa Verde chiede di vedere carte, costi e benefici

RiminiToday è in caricamento