rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Il nuovo consiglio Provinciale di Rimini al lavoro con l'obiettivo di captare i fondi del Pnrr

Il presidente Riziero Santi ha dato il benvenuto e augurato buon lavoro ai neoeletti, assicurando massima collaborazione

Si è tenuta la prima seduta del nuovo consiglio Provinciale, dopo le elezioni dello scorso 18 dicembre. Una volta insediato il Consiglio, è stata comunicata la formazione di quattro Gruppi consiliari. Lista civica democratica: Daniela De Leonardis, Barbara Di Natale, Manuela Guaitoli, Daniele Morelli (capogruppo), Alice Parma, Fabrizio Piccioni, Giuliano Zamagni. Forza Italia: Roberto Maggioli (capogruppo), Greta Testa. Fratelli d'Italia: Domenica Spinelli. Lega Romagna Salvini Premier: Giancarlo Diotalevi, Matteo Zoccarato (capogruppo).

Il presidente Riziero Santi ha dato il benvenuto e augurato buon lavoro ai neoeletti, assicurando massima collaborazione e auspicando un coinvolgimento fattivo di tutto il Consiglio in quello spirito bipartisan che le sfide poste dalla pandemia e dall’arrivo delle risorse del Pnrr e di quelle europee richiede: un auspicio che ha trovato buona accoglienza in tutta l’opposizione proprio nella volontà condivisa di operare al meglio per l’interesse della comunità provinciale.

Santi ha tenuto a evidenziare quelli che sono i documenti cardine del suo mandato, dal Patto per la Governance alle Linee di indirizzo del Ptav, i percorsi in atto (il Patto per il Lavoro e per il Clima, di prossima sottoscrizione, che sarà il punto archimedeo per la progettazione di quegli interventi che, grazie alle risorse in arrivo, disegneranno il futuro del nostro territorio) e i percorsi ai primi passi in questo fine 2021, che troveranno piena operatività ad inizio 2022,dalla Centrale Unica di Committenza a servizio dei Comuni (con il modello già sperimentato con successo dai due anni dell’Ufficio per le autorizzazioni sismiche), al Desk per catturare i finanziamenti regionali, statali ed europei, fino al potenziamento dell’Ufficio per le politiche europee. E proprio riflettendo sulle sfide che attendono la Provincia, il presidente e il segretario generale Luca Uguccioni hanno illustrato punti di forza e di debolezza dell'Ente, che si è ritrovato con un terzo circa dei suoi dipendenti rispetto a quelli presenti prima della riforma delle Province. Tendenza interrotta con il mandato amministrativo attuale e con lo sblocco delle assunzioni, tant’è che quest'anno è stato potenziato l'organico con 12 unità di personale e almeno altre 9 saranno assunte nel 2022. Santi ha quindi presentato al Consiglio il nuovo staff dirigenziale composto da Ivan Cecchini, Fausto Sanguanini e Roberta Laghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo consiglio Provinciale di Rimini al lavoro con l'obiettivo di captare i fondi del Pnrr

RiminiToday è in caricamento