Il console cinese scopre la realtà di San Patrignano: "La studieremo dalla Cina"

Il console generale della Repubblica popolare cinese, Liang Hui, venerdì e sabato ospite della Comunità di Coriano. Insieme al marito e a una troupe di stampa cinese è stata accolta dall'ex ministro dell'Istruzione e Sindaco di Milano, Letizia Moratti

Il console generale della Repubblica popolare cinese, Liang Hui, venerdì e sabato ospite della Comunità di Coriano. Insieme al marito e a una troupe di stampa cinese è stata accolta dal coordinatore del Comitato sociale della comunità, Antonio Tinelli e dall’ex ministro dell’Istruzione e Sindaco di Milano, Letizia Moratti, per poi fare visita ai settori di formazione e alle strutture di San Patrignano.

Molto colpita dalla realtà della comunità, il console Liang Hui inviterà il Ministero degli Esteri della Repubblica cinese ad inviare una équipe tecnica al fine di studiare il modello della Comunità. «Sono felice di essere qui oggi con mio marito e i miei colleghi – ha detto il console - Vedendo la Comunità ho potuto apprezzarne l’organizzazione e i principi».

Una risposta al problema della tossicodipendenza è questione incombente anche fra i ragazzi cinesi che vivono in Italia, specialmente in città come Milano e Firenze. Alla base della visita del console quindi c’è anche una motivazione sociale. «Sarei molto contenta se riuscissimo a far accogliere a San Patrignano anche i nostri connazionali», ha sottolineato il diplomatico a margine del pranzo con i 1300 ragazzi di San Patrignano.

La prima tappa della visita si è concentrata sulla sezione educativo scolastica e sanitaria dove sono state illustrate le strutture funzionali al percorso dei ragazzi della Comunità. L’itinerario proseguirà per tutto il pomeriggio nei settori di formazione per concludersi alle 19 con una sosta in cantina. Domani la conclusione della visita della rappresentante della Repubblica cinese a San Patrignano. “La risposta – riferisce il Sindaco – non poteva essere che positiva, e volentieri abbiamo aiutato quello che ormai consideriamo un amico della città a realizzare questo progetto, che contribuirà a farci conoscere meglio una realtà di cui sappiamo poco, ma che sicuramente coinvolge anche persone che vivono qui”.

Così per tutta la giornata di sabato, in piazza Almerici il dottor Brambilla coordinerà il lavoro dello stand installato in piazza Almerici che distribuirà materiale informativo e raccoglierà fondi destinati alla ricerca, attraverso la vendita di oggetti e, in particolare, del libro “Stanchi” che raccoglie le testimonianze di pazienti affetti da Cfs.  “Domani – anticipa il Sindaco andrò a salutarlo e ne approfitterò per consegnargli una copia del nostro Libro sul nevone ed una delle spille da "cavaliere della neve", che ha proprio meritato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento