Contrasto all’abusivismo commerciale, il primo bilancio dell'estate 2018

L'assessore Sadegholvaad: "Un dispiegamento di risorse che consente di poter tenere sotto controllo un fenomeno che si conferma sensibilmente ridimensionato"

E’ di 36 sequestri amministrativi e 98 rinvenimenti di merce il bilancio del primo mese di attività del nucleo antiabusivismo commerciale, attivo dalla metà di maggio. A differenza dello scorso anno, per questa stagione il servizio prevede due gruppi di agenti impegnati nel contrasto al fenomeno: uno per la zona nord da Rivabella a Torre Pedrera, dove il servizio è svolto dal personale del distaccamento locale, e uno per la zona sud, in modo tale da presidiare al meglio tutta la costa, limitando e ottimizzando gli spostamenti. Un servizio attivo per tutto l’arco della giornata che per la fascia serale può contare anche sull’ausilio di una squadra di agenti in borghese, che si concentrano sul controllo dei pallinari, sul servizio antiprostituzione e in appoggio ai colleghi anche sul fronte dell’abusivismo commerciale. In questa prima fase della stagione, approfittando delle spiagge ancora poco affollate, gli agenti hanno potuto utilizzare anche uno speciale veicolo adatto a muoversi sulla sabbia, utilizzato per accompagnare l’attività del personale della Pm in caso di necessità, svolgendo al contempo la funzione di presidio e deterrente. Un’auto che si aggiunge alle biciclette e ai tradizionali mezzi in dotazione.

“Un dispiegamento di risorse umane – tra Nucleo antiabusivismo, squadra in abiti civili e il personale del distaccamento di Viserba - che consente di poter tenere sotto controllo un fenomeno che si conferma sensibilmente ridimensionato nei numeri e caratterizzato dalla presenza di isolati venditori itineranti – sottolinea l’assessore alla Polizia Municipale Jamil Sadegholvaad - Anche per la stagione in corso infatti non sono emerse situazioni di abusivismo stanziale, quei ‘mercatini’ sulla battigia che, sino a tre anni fa, invadevano letteralmente gli spazi per i villeggianti, ostacolavano la passeggiata sull’arenile e rappresentavano anche un rischio perché di intralcio all’attività dei salvamenti. Sono ormai diverse stagioni che il fenomeno non si ripresenta in questa forma ed è un ottimo risultato che possiamo ascrivere al piano di azione e di interventi messo in campo con costanza dalla Polizia Municipale negli ultimi anni in sinergia con Prefettura, Questura e Forze dell’ordine e che prosegue questa estate grazie alle novità introdotte su un’organizzazione sempre più capillare e ‘territoriale’ del servizio. L’estate deve ancora entrare nel vivo, dunque continueremo a mantenere alta l’attenzione e insisteremo con interventi e controlli, ma queste prime settimane ci fanno essere ottimisti per il prosieguo della stagione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento