menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contrasto allo stalking. In scena il progetto “Rete antiviolenza”

L'incontro fa seguito ad una serie di meeting pubblici aperti ai cittadini già tenutesi nei giorni scorsi in Novafeltria, San Leo e Talamello. Al progetto in questione, inoltre, sono correlati anche i corsi di tecniche di autodifesa

Venerdì sera, nell’ambito delle linee programmatico strategiche individuate dal Comando Provinciale dei carabinieri di Rimini finalizzate anche a procedere ad una forte campagna itinerante informativa e formativa sullo stalking, anche in relazione ai recenti provvedimenti normativi che hanno interessato la materia, il Capitano Umberto Geri, comandante della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, ha tenuto un incontro pubblico presso la sala del centro civico Villa Verucchio.

Il progetto, infatti, condiviso e portato avanti da Carabinieri, Comuni della Provincia di Rimini ed Associazioni Anti-Violenza del territorio, si propone di far conoscere le “armi” a disposizione delle “vittime vulnerabili” per difendersi dalle persecuzioni e dai molestatori seriali.

Durante la conferenza è stato dapprima illustrato il pieghevole intitolato “Fermiamo la violenza: insieme si può” inserito nella “Campagna di sensibilizzazione sul fenomeno della violenza sulle donne” che descrive quali azioni intraprendere in caso si sia vittima di azioni persecutorie o violenza e, successivamente, spiegato cosa siano e come si manifestino gli atti persecutori, come si possano identificare e quali strumenti normativi esistano per difendersene, illustrando cosa fare in caso di persecuzione e a chi rivolgersi per essere aiutati. In maniera dialettica è stato affrontato il tema ad ampio spettro, con un linguaggio semplice ed efficace, ricorrendo ad esemplificazioni pratiche, tratte dall’esperienza professionale quotidiana, invitando gli interlocutori a formulare domande per approfondire il tema, purtroppo di grande attualità.

L'incontro fa seguito ad una serie di meeting pubblici aperti ai cittadini già tenutesi nei giorni scorsi in Novafeltria, San Leo e Talamello. Al progetto in questione, inoltre, sono correlati anche i corsi di tecniche di autodifesa, assolutamente gratuiti, con lezioni teoriche e pratiche, aperti a tutti, tenuti dal Maresciallo dei Carabinieri Antonio Amato e da  Pasquale Bove, istruttori di arti marziali. Tale attività, già in corso a Novafeltria presso i locali dell’ex S.I.P. dal 4 dicembre 2013 e che proseguirà per le successive giornate dell’11 e 13 dicembre 2013 dalle ore 21.00 alle ore 23.00, proseguirà poi in Verucchio (nei locali della palestra della Scuola Media) nei giorni 8, 15, 22 e 29 gennaio 2014 e  San Leo (nei locali della palestra della Scuola Media) nei giorni 5, 7, 12 e 14 febbraio 2014, sempre negli stessi orari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento