Contrasto della prostituzione: 7 sanzioni elevate dalla Municipale

La violazione dell'ordinanza anti-lucciole comporta anche la segnalazione dei clienti alla Guardia di Finanza

Continuano i controlli per far rispettare l’ordinanza contingibile e urgente,  efficace dal 25 maggio scorso, per prevenire e contrastare i pericoli cagionati da comportamenti connessi all’esercizio della prostituzione sulla pubblica via. Disposizioni sulla sicurezza che ricalcano l’impianto dei provvedimenti già adottati con ottimi risultati negli anni passati e che resterà  in vigore fino al 31 ottobre prossimo sulle aree dove il fenomeno si registra con una maggiore intensità. Sono state 7 le sanzioni amministrative, relative alla prostituzione, che hanno fatto gli agenti della Polizia Locale di Rimini,  nel servizio notturno fra martedì 21 e mercoledì 22. I sei agenti in abiti civili, a bordo di macchine prive di contrassegni istituzionali, hanno operato nella zona di Rimini Sud, soprattutto all’altezza del Parco Murri. Un’azione di repressione, svolta in continuità all’attività di prevenzione e contrasto di un crimine quale lo sfruttamento della prostituzione e la tratta di persone, che dall'inizio dell'anno ha fatto rilevare oltre 110 violazioni ed altrettante sanzioni, finalizzata ad arginare i fenomeni di degrado urbano ad esso collegati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricordiamo che la violazione, a norma dell’ordinanza sindacale in vigore, si concretizza con un insieme di comportamenti come lo stazionamento, o l’appostamento della persona, o l’adescamento di clienti e l’intrattenersi con essi, o con qualsiasi altro atteggiamento o modalità comportamentali, compreso l’abbigliamento, che possano ingenerare la convinzione che si stia esercitando la prostituzione.
Oltre alla richiesta di informazioni a soggetti che pongano in essere i comportamenti equivoci o concordare con gli stessi l’acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento, l’ordinanza prevede che possano essere sanzionati anche a norma del Codice stradale quei conducenti che saranno sorpresi alla guida di veicoli a eseguire manovre pericolose o di intralcio alla circolazione stradale. In questi casi la sanzione amministrativa di 41 euro prevista sarà elevata a 54,67 se accertata in orario notturno (dalle ore 22 alle 7 di mattina). Fino a 500 euro, invece, la sanzione amministrativa pecuniaria per la violazione dei dispositivi dell’ordinanza (400 euro se pagati entro 60 giorni).
 L’ordinanza prevede inoltre che qualunque fatto o atto ritenuto rilevante ai fini fiscali riscontrato dagli agenti nell’ambito dell’attività di controllo sarà portato a conoscenza dell’Agenzia delle Entrate e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini per eventuali valutazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento