Controlli nella movida, giovane pusher stanato dal fiuto di Barack e Iago

I poliziotti hanno arrestato un cittadino originario del Gambia poco più che ventenne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti e a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale. Nell’ambito di tali servizi, coordinati dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, il vice questore aggiunto Cristian Magliarisi, il personale delle Volanti, con l’ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e delle unità cinofile della Polizia, oltre a identificare centinaia di persone, ha eseguito uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi del lungomare Tintori e di piazzale Fellini, già frequentato durante le ore serali e notturne da molti cittadini e turisti.

E infatti, proprio in quella zona, nella nottata tra sabato e domenica, nelle adiacenze di un noto locale della movida riminese, gli uomini delle Volanti, coadiuvati dal fiuto dei cani poliziotto Barack e Iago, hanno arrestato un cittadino originario del Gambia poco più che ventenne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti infatti hanno notato un gruppo di tre giovani di colore di cui uno in particolare con fare sospetto “avvicinava” i passanti con i chiaro intendo di vendere qualcosa. Un poliziotto, in servizio in abiti civili al fine di effettuare una più efficace attività di contrasto allo spaccio, si è quindi avvicinato al giovane che, dopo aver compreso l’identità del poliziotto, ha iniziato a masticare prima e poi a gettare tra le siepi della sostanza di colore bianco occultata precedentemente in bocca. Contestualmente l’uomo ha cercato anche di disfarsi di due involucri in cellophane di colore nero. Il tentativo è stato però vano. Il gesto non è infatti sfuggito allo sguardo degli operatori e soprattutto ai cani antidroga della Polizia di Stato, per i quali è stato semplice rinvenire la sostanza: i poliziotti hanno quindi subito rinvenuto e sequestrato la sostanza stupefacente per diverse decine di grammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento