menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borsa schermata per furti, rapina e "pallinari": in poche ore 3 arresti e 7 denunce

Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato due romeni di 37 e 35 anni, senza fissa dimora, dopo aver rubato alcune confezioni di costosi profumi alla "Coin"

Tre arresti e sette denunce. E' questo il bilancio dei nuovi controlli svolti tra sabato e domenica dei Carabinieri della Compagnia di Rimini, con l’impiego di oltre 40 militari. Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato due romeni di 37 e 35 anni, senza fissa dimora, dopo aver rubato alcune confezioni di costosi profumi alla "Coin". Per eludere il sistema anti-taccheggio avevano utilizzato una borsa artigianale, schermata all’interno con alcuni fogli di alluminio. Dovranno rispondere dell'accusa di furto aggravato.

TURISTA MAROCCHINO RAPINATO - Un reggiano di 19 anni è stato arrestato sabato sera a Bellariva per rapina. Il giovane con una scusa ha avvicinato un turista marocchino, rubandogli poi con mossa fulminea il portafoglio. Rincorso dalla vittima, ne è nata una colluttazione, fino al tempestivo intervento dei Carabinieri che hanno bloccato il malvivente. La vittima, un 21/enne, è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso di Rimini per alcune lesioni al viso.

PALLINARI - I Carabinieri di Miramare, durante uno specifico servizio finalizzato al contrasto del gioco d’azzardo in strada, hanno denunciato in stato di libertà 7 “pallinari” rumeni, di cui due donne, che, organizzati in gruppi distinti, sono stati sorpresi in viale Regina Elena e Regina Margherita, mentre effettuavano giochi d’abilità con ignari clienti.

Nella circostanza i militari hanno anche denunciato un altro rumeno che, legato ai pallinari, pur standosene in disparte, aveva con se munito di bomboletta spray al peperoncino proibita. L’uomo è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, dopo aver seguito due turiste, che, dopo essersi fermate a vedere un gruppo di giocatori, ad un certo punto, temendo di poter essere aggredite, si sono rifugiate in un vicino pub.

NON LO DENUNCIA PER PIETA' - I Carabinieri sono intervenuti in via Beccadelli, dove un residente aveva notato un extracomunitario in sella alla bici, che gli era stata rubata alcuni giorni prima. L'uomo è stato subito bloccato. Il mezzo è stato restituito al legittimo proprietario che, tuttavia,  non ha inteso denunciare l’autore del furto poiché impietosito dalle sue precarie condizioni economiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento