menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di vite dei carabinieri nelle zone critiche: un arresto e 8 denunce

Maxi serie di controlli da parte dei carabinieri di Rimini che, dalla serata di mercoledì alla mattinata di giovedì, hanno passato al setaccio le zone più critiche della città arrestando una persona e denunciandone altre otto

Maxi serie di controlli da parte dei carabinieri di Rimini che, dalla serata di mercoledì alla mattinata di giovedì, hanno passato al setaccio le zone più critiche della città arrestando una persona e denunciandone altre otto per vari reati. A finire in manette è stato un transessuale peruviano 50enne, domiciliato a Milano, fermato per un controllo in via regina Elena. Al momento di fornire le generalità ha dichiarato un nome falso, in quanto sul trans pendeva un ordine di espulsione dall’Italia.

Scoperta la sua vera identità, i militari dell’Arma lo hanno arrestato e, dopo la convalida del fermo, il 50enne è stato trasferito nel carcere di Forlì. Sono finiti tutti denunciati per rissa due campani e quattro svizzeri, tutti in vacanza a Rimini, in seguito al violento tafferuglio scoppiato in via regina Elena alle 5 dio giovedì. Ad avere la peggio sono stati i campani, costretti a farsi medicare per lesioni di lieve entità.

Una coppia di romeni, entrambi trentenni, sono invece stati deferiti a piede libero per ricettazione in quanto, controllati da una pattuglia dell’Arma in piazzale Cesare Battisti, sono stati trovati con un cellulare da 600 euro risultato rubato a un turista bolognese. La refurtiva, rintracciata grazie al sistema di localizzazione gps, è stata restituita al proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento