Notte Rosa, due arresti per spaccio. E un pusher scambia i carabinieri per "clienti"

L’attenzione dei Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini

I Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del capitano Sabato Landi, hanno intensificato i controlli in occasione della tredicesima edizione della Notte Rosa, come disposto dal comandante provinciale dell'Arma, il tenente colonnello Giuseppe Sportelli, con particolare riguardo al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Schierate pattuglie in uniforme ed in abiti civili. L’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Continueranno così i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

Il primo arresto

I militari di Miramare hanno arrestato per spaccio un senegalese di 28 anni. Gli uomini dell'Arma, confondendosi tra la folla, si sono portati in prossimità di Piazzale Gondar al fine di monitorare movimenti sospetti ed intervenire prontamente in caso di necessità. Proprio mentre i militari transitavano sul lungomare per verificare che i festeggiamenti in prossimità della spiaggia si svolgessero con regolarità, il 28enne, confondendoli per potenziali acquirenti alla ricerca di stupefacente, si è avvicinato loro proponendo l’acquisto di stupefacente. Vista la situazione, i due militari si sono qualificati immediatamente come appartenenti all’Arma dei Carabinieri, bloccando l’uomo che, con mossa fulminea, ha lanciato a terra un involucro di cellophane contenente circa 5,5 grammi di marijuana. Processato per direttissima, è stato condannato a cinque mesi di reclusione ed al pagamento di una multa da 1000 euro con pena sospesa.

Il secondo arresto

Sempre nel corso della notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia hanno tratto in arresto per spaccio di sostanza stupefacente un altro senegalese 24enne, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. I militari, transitando sul lungomare Tintori, hanno notato l'extracomunitario intento a parlare con un giovane italiano il quale, dopo qualche istante, ha consegnato delle banconote al cittadino senegalese ricevendo in cambio qualcosa da quest’ultimo. Ipotizzando l’avvenuta cessione di stupefacenti, i militari sono intervenuti bloccando spacciatore ed acquirente. E' emerso che il 24enne aveva ceduto una dose di cocaina da mezzo grammo ricevendo in cambio 40 euro. Processato per direttissima, è stato condannato a 6 mesi di reclusione ed al pagamento di una multa da 1400 euro con pena sospesa ed applicazione nei suoi confronti del divieto di dimora nella provincia di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento