rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Minaccia i colleghi di lavoro con un coltello ed un machete: arrestato

A Misano Adriatico una 43enne polacca, residente nella località rivierasca, è stata arrestata in esecuzione ad un ordine di carcerazione

E' di cinque arresti ed una denuncia il bilancio dei controlli svolti dai Carabinieri della Compagnia di Riccione, al comando del capitano Marco Califano. A Misano Adriatico una 43enne polacca, residente nella località rivierasca, è stata arrestata in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Reggio Calabria poichè deve scontare 8 mesi e giorni 12 di reclusione per "trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori aggravato dal metodo mafioso".

Un senegalese di 41 anni, domiciliato a Misano, è stato arrestato per "resistenza e minacciata aggravata a pubblico ufficiale" nonché detenzione e porto illegale di oggetti atti ad offendere. I Carabinieri sono intervenuti in un ristorante della zona, dove l’indagato, lavapiatti nel locale, ha dato in escandescenza, minacciando brandendo un coltello ed un machete, i propri colleghi di lavoro che lo avevano schernito. Gli uomini dell'Arma lo hanno immobilizzato.

A Riccione un 25enne salernitano, giò noto alle forze dell'ordine, residente a Montegranaro è stato arrestato per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale. I militari dell'Aliquota Operativa hanno udito l’indagato proferire parole offensive dopo il transito di una pattuglia in divisa, impegnata in un controllo nella zona del Marano. Il giovane ha assunto al momento dell'identificazione un atteggiamento aggressivo, spintonando gli operanti. Mentre veniva accompagnato all'auto di servizio ha proseguito nel comportamento oltraggioso ed aggressivo, tentando di darsi alla fuga a piedi, venendo tuttavia inseguito, raggiunto e bloccato. Nel corso della colluttazione, un militare è rovinato a terra riportando lievi lesioni.

A Cattolica sono stati arrestati una 49enne argentina ed un cinquantenne romano, entrambi già noti alle forze dell'ordine e residenti a San Giovanni in Marignano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E' stata effettuata una perquisizione all’interno del loro appartamento, dove sono stati trovati 10 grammi di “cocaina” suddivisi in dosi e verosimilmenti pronta per la cessione e vario materiale per il relativo confezionamento. Il tutto è stato sequestrato insieme a 130 euro, ritenuti provento dell'illecita attività.

Sempre a Cattolica è stato denunciato un 24enne albanese, domiciliato a Torino, per detenzione e porto di armi od oggetti atti ad offendere. L’indagato, fermato ad un posto di controllo, è stato trovato con una mazza da baseball, custodita ingiustificatamente all’interno della propria autovettura. Sono stati controllati nel territorio 95 mezzi tra auto/motoveicoli ed identificati 143 individui. Sono state elevavate sanzioni amministrative in relazione ad infrazioni al codice della strada per 2.100 euro circa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia i colleghi di lavoro con un coltello ed un machete: arrestato

RiminiToday è in caricamento