rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Controlli dei Nas su 5 milioni di dispositivi medici stipati nelle aree cargo dell'aeroporto

I riscontri finalizzati al rilascio del nulla osta sanitario sul materiale destinato a rifornire gli ospedali e le strutture sanitarie dell'Emilia-Romagna e del Piemonte

Proseguono i controlli dei Carabinieri del Nas e del personale dell'Usmaf (Ufficio di Sanita' marittima aerea e di frontiera), non solo per intercettare articoli e presidi medici introdotti irregolarmente sul territorio nazionale e privi delle caratteristiche di sicurezza, ma anche per "validare l'idoneita' dei prodotti in transito nelle aree di scambio internazionale". Su quest'ultimo punto, fanno sapere dal Nas, le verifiche svolte in particolare nelle aree cargo degli aeroporti di Bologna e di Rimini-San Marino hanno permesso, negli ultimi giorni, di "effettuare con tempestività i riscontri finalizzati al rilascio del nulla osta sanitario a favore di oltre cinque milioni di dispositivi medici (mascherine chirurgiche, ossimetri e saturimetri, camici monouso, calzari), provvedimento vincolante per la successiva immissione nei canali commerciali e distributivi". Una parte del materiale, dettagliano i militari, è destinata a rifornire gli ospedali e le strutture sanitarie dell'Emilia-Romagna e del Piemonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli dei Nas su 5 milioni di dispositivi medici stipati nelle aree cargo dell'aeroporto

RiminiToday è in caricamento