Controlli del territorio da parte della Polizia: preso uno spacciatore e un ricettatore

A partire dal week end, e per tutta la prossima settimana, è stato ottenuto un rinforzo di uomini per il pattugliamento del territorio con nove unità dei reparti Prevenzione Crimine di Bologna, che concorreranno a rendere più incisivo il controllo delle zone della città più a rischio

Dopo le vicende di cronaca nera delle ultime tre settimane, che hanno visto una impennata della criminalità nel riminese, il personale della polizia di Stato ha incrementato i controlli del territorio per cercare di limitare il fenomeno dei furti negli orari notturni, specie nelle attività commerciali, oggetto in questi ultimi giorni di una maggiore “attenzione” da parte di malintenzionati. Nel corso di questi pattugliamenti sono state denunciate a piede libero due persone, un riminese 50enne e un salernitano 23enne. Il primo è ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di alcune dosi di cocaina mentre, il secondo, è stato trovato in possesso di alcuni cellulari e un palmare, di provenienza furtiva, motivo per il quale è scattato il reato di ricettazione. A partire dal week end, e per tutta la prossima settimana, è stato ottenuto un rinforzo di uomini per il pattugliamento del territorio con nove unità dei reparti Prevenzione Crimine di Bologna, che concorreranno a rendere più incisivo il controllo delle zone della città più a rischio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento