'Sid' setaccia le scuole, trovate tracce di droga nelle mura

I Carabinieri di Rimini nella mattinata di sabato hanno effettuato un vasto servizio antidroga in tutto il territorio comunale. Prima hanno iniziato dalla zona Nord

I Carabinieri di Rimini nella mattinata di sabato hanno effettuato un vasto servizio antidroga in tutto il territorio comunale. Prima hanno iniziato dalla zona Nord, perquisendo a Viserba le abitazioni di alcune persone di interesse operativo che annoverano precedenti per droga: i militari hanno bussato alle loro porte e setacciato le loro abitazioni con l’aiuto del cane Sid del Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna. Al fiuto sensibile del cane non sono passate inosservate alcune tracce di cannabinoidi presenti nel posacenere di uno degli appartamenti scandagliati. Al perquisito non è rimasto che ammettere di aver fatto uso, negli ultimi giorni, di stupefacenti per uso personale.

'SID' NON PERDONA - I controlli, successivamente, si sono spostati in alcune zone verdi ove, diverse segnalazioni giunte in Caserma, li indicano quale ritrovo di tossicomani: così Sid, dietro una siepe di un’area attrezzata di via Marconi ha rinvenuto un vasetto in vetro (tipo quello degli omogeneizzati) nel cui interno sono stati rinvenuti ben 20 grammi di eroina.

DROGA NELLE MURA PERIMETRALI - I Carabinieri hanno esteso le loro verifiche al polo scolastico della Colonnella: sono state effettuate mirare verifiche presso alcuni istituti dell’area. I docenti ed i presidi erano contenti di questo controllo (molto caldeggiato da alcuni di essi) ed hanno indicato ai militari dove far eseguire alcune verifiche perché, nelle decorse settimane, avevano notato movimenti sospetti. Il cane ha trovato delle tracce di stupefacenti in alcuni anfratti delle mura perimetrali. Il sensibile fiuto dell’animale ha anche “segnalato” alcuni zainetti di studenti: l’immediata verifica non ha consentito di rinvenire nulla ma ai giovani proprietari i Carabinieri hanno spiegato i rischi dell’uso e abuso di sostanze stupefacenti. Mattinata di lavoro per il cane Sid ed i Carabinieri della Compagnia di Rimini: "tutti ci auguriamo che il messaggio “drogarsi fa male perché ci si avvelena” attecchisca e la gente cominci a temere le droghe non perché si “finisce in galera” ma perché si muore" dicono i militari.

CONVEGNO SULLO STALKING - In tarda mattinata, i militari ed il consolidato Pool antistalking” hanno incontrato 200 studenti delle ultime classi dell’ITC “R. Valturio” e con il giovane pubblico hanno affrontato il delicato tema degli atti persecutori, raccogliendo il plauso di tutti per la loro capacità di parlare con parole semplice ed efficaci di un delitto odioso e particolarmente insidioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento