Cede in 'prestito' operai "in nero": maxi multa per due imprenditori

In particolare, uno dei due imprenditori aveva 'dato in prestito' tre operai extracomunitari all'amico, incappando così nel reato "di cessione ed accettazione irregolare di lavoratori"

I Carabinieri di Morciano di Romagna, insieme ai colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Rimini, martedì hanno controllato due ditte operanti nel campo dell’elettronica, denunciando in stato di libertà per impiego di operai non regolarizzati (lavoro nero) i due legali rappresentanti, due giovani riminesi di 28 anni. In particolare, uno dei due imprenditori aveva 'dato in prestito' tre operai extracomunitari all'amico, incappando così nel reato "di cessione ed accettazione irregolare di lavoratori". Entrambi sono stati sanzionati per un importo complessivo di 13mila euro. La ditta del primo, inoltre, è stata sanzionata di ulteriori 12mila euro per impiego di due lavoratori in nero. L'attività ha permesso di ottenere un recupero credito pari a circa 3.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento