Edilizia, il bilancio di otto mesi di controlli: 91 indagini, 2 sequestri

Sono complessivamente 431 gli atti di polizia giudiziaria redatti per l'espletamento e il completamento delle indagini relative ai reati accertati

Continua la lotta della Polizia Municipale per il rispetto delle norme in materia edilizia. Da gennaio ad agosto sono stati svolti 941 accertamenti, mentre sono 91 le indagini delegate dalla magistratura. Sono complessivamente 431 gli atti di polizia giudiziaria redatti per l'espletamento e il completamento delle indagini relative ai reati accertati. Sono invece 173 le notizie di reato inoltrate alla Procura per i nuovi reati penali riferiti alla violazione delle normative urbanistico/edilizie, sismiche e paesaggistiche, accertate a seguito di sopralluogo effettuato con personale dello Sportello per l'Edilizia;

Infine sono 15 le notizie di reato inoltrate alla Procura per i reati contemplati dall'articolo 481; mentre sono due i sequestri di cantieri edili e 10 i cantieri dove non sono state rilevate difformità. “Nei primi otto mesi dell’anno - dichiara l’assessore alla Tutela e Governo del Territorio, Roberto Biagini - è stato svolto un lavoro sistematico e metodico sul fronte della ricognizione e del controllo circa il rispetto delle norme in materia edilizia. Un lavoro a protezione e tutela di un’area particolare come la nostra, svolto omogeneamente in ogni parte del territorio. A dimostrazione di questo, sottolineo come nel corpus totale degli accertamenti svolti siano compresi gli 89 sopralluoghi effettuati presso gli stabilimenti e chioschi sull’arenile, soprattutto durante la stagione estiva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anch’essa un’attività capillare e delicata, visto che da una parte dà seguito al normale percorso di legge, stabilito e delegato dall’Autorità Giudiziaria, in relazione ai procedimenti richiesti di sanatoria - continua l'assessore - dall’altra dà sostanza al lavoro di ricognizione, portato avanti in maniera coerente e equanime dagli uffici, anche nei confronti di chi ha deciso di non attivare il percorso della sanatoria". Biagini ringrazia "tutto il personale addetto per l’impegno profuso durante i primi 8 mesi dell’anno, che continuerà con la stessa cadenza di qui in avanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento