Coppia di ucraini rapina il cellulare a un venditore ambulante bosniaco

Parapiglia nella notte tra domenica e lunedì alla stazione ferroviaria di Rimini che ha reso necessario l'intervento dei carabinieri

Sono stati arrestati con l'accusa di rapina una 43enne e un 39enne, entrambi ucraini, ritenuti gli autori del colpo ai danni di un venditore ambulante bosniaco. Il tutto è successo verso le 3,30, nella notte tra domenica e lunedì, nella zona della stazione ferroviaria di Rimini-Miramare. Secondo quanto emerso, i due malviventi hanno strappato il cellulare dalle mani della vittima che, messasi a urlare, ha richiamato l'attenzione di una pattuglia dei carabinieri intervenuta sul posto. Dopo un breve inseguimento, i militari dell'Arma sono riusciti a bloccare la coppia e a portarla in caserma. Su disposizione del magistrato di turno, i due sono poi stati trasferiti nelle carceri di Forli e Rimini in attesa della convalida del fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

Torna su
RiminiToday è in caricamento