menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppia stupefacente, la centrale dello spaccio in un residence

I due sono stati traditi dal continuo via vai di clienti che si rivolgevano a loro per acquistare eroina

Nel pomeriggio di domenica, al termine di una veloce indagine, i carabinieri di Rimini hanno arrestato un tunisino 34enne e la compagna, una croata 47enne, con kl'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I due, che abitavano in un residence di Miramare, sono finiti nel mirino degli inquirenti dell'Arma dopo che questi avevano notato uno strano e continuo via vai di persone dalla struttura ricettiva. Chiesto e ottenuto un mandato di perquisizione, i carabinieri si sono presentati alla porta dell'appartamento e frugando nelle stanze hanno trovato un involucro con 34 grammi di eroina, un bilancino elettronico e tutto il materiale per confezionare le dosi che sono valsi le manette alla coppia. Processati per direttissima lunedì mattina, il giudice ha convalidato l'arresto e in attesa della prossima udienza il nordafricano è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti presso la casa circondariale di Rimini mentre, per la croata, ha disposto il divieto di dimora nella provincia di Rimini.

Sempre in tema di stupefacenti, i carabinieri hanno denunciato per spaccio anche un tunisino 32enne pizzicato dai militari dell'Arma della Stazione Rimini porto mentre, nei pressi della stazione ferroviaria, vendeva una dose di marijuana a un turista della Repubblica Dominicana. Quest'ultimo è stato segnalato alla Prefettura come assuntore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento