menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il laboratorio mobile di Arpae (foto d'archivio)

Il laboratorio mobile di Arpae (foto d'archivio)

Smog e qualità dell'aria, il laboratorio mobile di Arpae fa tappa fuori dalla scuola Favini

L'assessore Anna Pazzaglia: "Siamo soddisfatti per la disponibilità dimostrata da Arpae è importante avere un quadro preciso dei rischi a cui potremmo essere esposti"

Tra il 18 e 22 novembre il Laboratorio Mobile per il controllo della Qualità dell'aria di Arpae, sarà posizionato a Coriano vicino  alla scuola elementare Favini, in via Santi 3, dove rimarrà per circa 30 giorni per effettuare i rilevamenti relativi al periodo invernale. Lo stesso punto verrà poi monitorato per circa 40 giorni a partire dal mese di aprile 2020.

Il Laboratorio Mobile è attrezzato per la determinazione di polveri (PM10), ossidi di azoto, ozono, monossido di carbonio e idrocarburi aromatici. I precedenti monitoraggi del laboratorio mobile di Arpae nel comune di Coriano risalgono al 2005/2006 in piazza della Resistenza, al 2009 parcheggio via don Milani, angolo via Cerasolo e al 2013/2014 a Cerasolo Ausa. Per la scuola materna di S. Andrea in Besanigo l'indagine sulla qualità dell'aria  è stato eseguita  nel luglio 2017 nell'ambito dello studio Unimore voluto e finanziato dall’Amministrazione di Coriano.
A luglio il sindaco Domenica Spinelli e l'assessore all'ambiente Anna Pazzaglia hanno richiesto ad Arpae l'attivazione di apposita campagna di monitoraggio della qualità dell'aria sul territorio comunale, tenendo conto della grande estensione  del Comune, del tempo intercorso dagli ultimi rilevamenti e della presenza del termovalorizzatore. Arpae ha accolto la richiesta partendo dalla scuola elementare Favini  e pianificherà gli altri interventi, tenendo conto della equa distribuzione del numero di campagne da svolgere sul territorio provinciale, delle dimensioni/numero di frequenze degli istituti scolastici individuati e delle potenziali criticità ambientali dei territori.

"Siamo soddisfatti per la disponibilità dimostrata da Arpae - afferma l'assessore all'ambiente Anna Pazzaglia - è importante che questi controlli siano realizzati sempre più spesso e nelle zone più varie del territorio, così da avere un quadro preciso e soprattutto puntuale di quali siano gli eventuali rischi ambientali ai quali potremmo essere esposti".

I controlli

I monitoraggi sono effettuati per soddisfare particolari esigenze conoscitive o al fine di approfondire il quadro di informazioni già esistente, relativamente alla qualità dell’aria sull’intero territorio Provinciale. I risultati ottenuti integrano i dati rilevati giornalmente tramite la Rete Regionale della Qualità dell’Aria. Questa rete, per la Provincia di Rimini, è costituita da 5 centraline fisse e, appunto, dal Laboratorio Mobile; 2 centraline fisse sono posizionate nel Comune di Rimini mentre le rimanenti si trovano a San Leo, Verucchio e San Clemente. Il Laboratorio Mobile, invece, viene periodicamente posizionato sul territorio dei Comuni della nostra Provincia sulla base della pianificazione concordata.

"Siamo soddisfatti per la disponibilità dimostrata da Arpae - afferma l'assessore all'ambiente Anna Pazzaglia - è importante che questi controlli siano realizzati sempre più spesso e nelle zone più varie del territorio, così da avere un quadro preciso e soprattutto puntuale di quali siano i gli eventuali rischi ambientali ai quali potremmo essere esposti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento