Cronaca

La curva epidemica non accenna a calare, +66 casi nell'ultima giornata

Il commissario Venturi: "La fine di questa settimana e l'inizio della prossima sapremo se abbiamo raggiunto il picco"

La curva epidemica del Coronavirus non accenna a diminuire nella provincia di Rimini che, nelle ultime 24 ore, ha registrato 66 casi nuovi e un decesso. Il totale delle persone malate è arrivato quindi a 757. "La fine di questa settimana e l'inizio della prossima sapremo se abbiamo raggiunto il picco - ha spiegato il commissario Sergio Venturi. - Anche quando lo avremo raggiunto, però, non vuol dire che gli ospedali lavoreranno meno. Valuto positivamente, tuttavia, il fatto che si sta riducendo il numero dei pazienti che non vengono ricoverati in Terapia Intensiva. A breve dovremmo anche vedere i benefici che hanno portato le limitazioni alla circolazione delle persone".

La Prefettura di Rimini ha poi specificato che i 66 nuovi pazienti risultati positivi a Coronavirus, comunicati dalla Regione, sono residenti in provincia di Rimini. In un quadro complessivo si registrano 757 casi diagnosticati a Rimini, che riguardano 725 residenti in provincia e 32 cittadini di fuori provincia.    Per quanto riguarda i residenti in provincia di Rimini, i nuovi casi sono rappresentati da 38 uomini e 29 donne. Di essi 25 sono ricoverati in ospedale e gli altri 41 risultano a domicilio in quanto privi di sintomi o con sintomi leggeri.  È stato segnalato dall’AUSL un decesso: si tratta di una donna di 66 anni. Sono uscite dalla quarantena ulteriori 20 persone, per cui ad oggi risulta un totale di circa 140 quarantene terminate. Restano attualmente in isolamento domiciliare circa 1.450 unità, comprendenti sia le persone ammalate sia quelle che hanno avuto contatti stretti con casi positivi accertati.

In Emilia-Romagna sono complessivamente 5.968 i casi di positività al Coronavirus, 754 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Passano però da 18.344 a 20.753 i campioni refertati, 2.409 test in più effettuati rispetto a ieri. Si tratta di dati accertati alle ore 12, sulla base delle richieste istituzionali. Complessivamente, sono 2.491 le persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi (295 in più rispetto a ieri); quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 267 (7 in più rispetto a ieri). E salgono a 239 (62 in più rispetto alle 177 di ieri) le guarigioni, 219 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 20 dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 531 a 640: 109, quindi, quelli nuovi, di cui 36 donne e 73 uomini. Ma soprattutto per le province di Parma e Reggio Emilia, una parte dei decessi è relativa ai giorni scorsi, persone per le quali si attendeva l’esito del test tampone Covid-19. Per la maggior parte delle persone decedute sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse, anche plurime. I nuovi decessi riguardano 27 residenti nella provincia di Piacenza, 39 in quella di Parma, 19 in quella di Reggio Emilia, 11 in quella di Modena, 8 in quella di Bologna (di cui 2 del territorio imolese), 3 a Forlì, 1 a Rimini e 1 a Ferrara.

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.575 (147 in più rispetto a ieri), Parma 979 (110 in più), Rimini 757 (66 in più), Modena 767 (104 in più), Reggio Emilia 773 (165 in più), Bologna 552 (di cui 144 a Imola e 408 a Bologna; complessivamente 87 in più, di cui 20 a Imola e 67 a Bologna), Ravenna 213 (28 in più), Forlì-Cesena 250 (di cui 118 a Forlì, 6 in più rispetto a ieri, e 132 a Cesena, 17 in più rispetto a ieri), Ferrara 102 (24 in più rispetto a ieri). 3.124 posti letto aggiuntivi già allestiti, 101 in più di ieri: 2.707 ordinari e 417 di terapia intensiva

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La curva epidemica non accenna a calare, +66 casi nell'ultima giornata

RiminiToday è in caricamento