Coronavirus, Bonaccini: "Estetisti e parrucchieri non partiranno il 4 maggio, servono precauzioni aggiuntive"

Sulla cassa integrazione in deroga il presidente della regione ncalza il Governo: "E' necessario che chi l'ha chiesta la riceva il prima possibile"

"C'è bisogno che chi ha chiesto la cassa integrazione in deroga la possa ricevere prima possibile". Quindi "l'appello al Governo è che si faccia più in fretta". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini rispondendo durante il filo diretto con la giunta a diverse domande sul mondo del lavoro. Estetisti e parrucchieri "non partiranno il 4 maggio, ma immagino non troppo oltre", dice Bonaccini in risposta ad alcuni addetti del settore. "Tutte le attività che prevedono un contatto col pubblico richiedono maggiore attenzione - sottolinea il governatore - è evidente che servono precauzioni aggiuntive, stiamo aspettando linee guida nazionali che dovrebbero essere pronte a breve".

Riapriranno probabilmente già il 27 aprile o il 4 maggio invece i cantieri, pubblici e privati. "Il tema dei cantieri dovrebbe ricevere una buona notizia per ripartire a brevissimo", rassicura Bonaccini. Nulla da fare invece, almeno per il momento, agli spostamenti tra regioni diverse. "A breve - informa il presidente - si potrà tornare a circolare all'interno della propria provincia, penso proprio anche della propria regione. Mi auguro che con i dispositivi di protezione individuale presto gli spostamenti possano essere garantiti, per questo aspettiamo le linee guida".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento