Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, Bonaccini: "Estetisti e parrucchieri non partiranno il 4 maggio, servono precauzioni aggiuntive"

Sulla cassa integrazione in deroga il presidente della regione ncalza il Governo: "E' necessario che chi l'ha chiesta la riceva il prima possibile"

"C'è bisogno che chi ha chiesto la cassa integrazione in deroga la possa ricevere prima possibile". Quindi "l'appello al Governo è che si faccia più in fretta". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini rispondendo durante il filo diretto con la giunta a diverse domande sul mondo del lavoro. Estetisti e parrucchieri "non partiranno il 4 maggio, ma immagino non troppo oltre", dice Bonaccini in risposta ad alcuni addetti del settore. "Tutte le attività che prevedono un contatto col pubblico richiedono maggiore attenzione - sottolinea il governatore - è evidente che servono precauzioni aggiuntive, stiamo aspettando linee guida nazionali che dovrebbero essere pronte a breve".

Riapriranno probabilmente già il 27 aprile o il 4 maggio invece i cantieri, pubblici e privati. "Il tema dei cantieri dovrebbe ricevere una buona notizia per ripartire a brevissimo", rassicura Bonaccini. Nulla da fare invece, almeno per il momento, agli spostamenti tra regioni diverse. "A breve - informa il presidente - si potrà tornare a circolare all'interno della propria provincia, penso proprio anche della propria regione. Mi auguro che con i dispositivi di protezione individuale presto gli spostamenti possano essere garantiti, per questo aspettiamo le linee guida".

(fonte Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Bonaccini: "Estetisti e parrucchieri non partiranno il 4 maggio, servono precauzioni aggiuntive"

RiminiToday è in caricamento