Ciclista da record: pedala per 5 chilometri per andare a riempire la borraccia

Ancora scuse a raffica quelle raccolte dai carabinieri della Compagnia di Novafeltria impegnati per far rispettare l'ordinanza anticontagio

Con l'inasprirsi delle sanzioni per chi continua a violare le norme anticontagio, che adesso rischiano una multa fino a 3mila euro, si spera inizino a calare ulteriormente gli irresponsabili che escono di casa. Nel frattempo, però, continuano ad esserci gli sconsiderati che proseguono imperterriti ad uscire dalle loro abitazioni e che, sorpresi dai carabinieri, raccontano le scuse più assurde. Ne sanno qualcosa i militari della Compagnia di Novafeltria che, nelle ultime 24 ore, hanno denunciato ben 10 persone. Tra queste spicca un ciclista 26enne di Verucchio che, martedì sera, è stato pizzicato in sella alla sua due ruote e ha dichiarato di essere andato alla fontanella pubblica di Villa, una sgambata di 5 chilometri, per "riempire d'acqua la borraccia". Nei guai anche un'anziana coppia di Rimini, lui 80enne e lei 71enne, che avevano fatto un giro in auto fino a Verucchio per controllare le condizioni della loro abitazione estiva. Una 62enne sempre di Verucchio, invece, è stata sorpresa lungo la strada Provinciale San Marino, a oltre 1 chilometro da casa, perchè stava facendo una passeggiata. Diversi i chilometri macinati anche da una 73enne e dal figlio 43enne che, da Rimini, sono arrivati fino a Poggio Torriana per riempire le bottiglie alla Casetta dell'acqua sostenendo di non sapere che l'erogazione fosse stata sospesa in seguito all'ordinanza del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'amore non conosce limiti per un 54enne di Santarcangelo, domiciliato a Novafeltria, che nel cuore della notte è stato sorpreso a camminare lungo la Marecchiese in località Ponte Prena di Maiolo. Nonostante il freddo e il tempo da lupi, l'uomo ha dichiarato di stare andando a piedi fino a Ponte Prena del Comune di Sestino, in provincia di Arezzo, "per far visita alla sua compagna". Un 30enne di Montecopiolo è stato controllato a Villa Verucchio, nel pomeriggio di martedì, alla guida della sua auto e ha dichiarato che “stava andando a Verucchio per fare la spesa”. Nei guai anche un 40enne e un 58enne, entrambi senegalesi residenti a Novafeltria, pizzicati a Verucchio i quali hanno sostenuto di stare andando a Rimini "per mandare dei soldi ai parenti in Senegal poiché tutte le banche di Novafeltria erano chiuse”. L'ultimo a finire nella rete è stato un 37enne di Poggio Torriana che “stava rientrando a casa dopo aver fatto benzina a Gualdicciolo nella Repubblica di San Marino”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

  • Renzo Piano firma The Cube a Londra e l'edificio "parla" riminese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento