Ciclista da record: pedala per 5 chilometri per andare a riempire la borraccia

Ancora scuse a raffica quelle raccolte dai carabinieri della Compagnia di Novafeltria impegnati per far rispettare l'ordinanza anticontagio

Con l'inasprirsi delle sanzioni per chi continua a violare le norme anticontagio, che adesso rischiano una multa fino a 3mila euro, si spera inizino a calare ulteriormente gli irresponsabili che escono di casa. Nel frattempo, però, continuano ad esserci gli sconsiderati che proseguono imperterriti ad uscire dalle loro abitazioni e che, sorpresi dai carabinieri, raccontano le scuse più assurde. Ne sanno qualcosa i militari della Compagnia di Novafeltria che, nelle ultime 24 ore, hanno denunciato ben 10 persone. Tra queste spicca un ciclista 26enne di Verucchio che, martedì sera, è stato pizzicato in sella alla sua due ruote e ha dichiarato di essere andato alla fontanella pubblica di Villa, una sgambata di 5 chilometri, per "riempire d'acqua la borraccia". Nei guai anche un'anziana coppia di Rimini, lui 80enne e lei 71enne, che avevano fatto un giro in auto fino a Verucchio per controllare le condizioni della loro abitazione estiva. Una 62enne sempre di Verucchio, invece, è stata sorpresa lungo la strada Provinciale San Marino, a oltre 1 chilometro da casa, perchè stava facendo una passeggiata. Diversi i chilometri macinati anche da una 73enne e dal figlio 43enne che, da Rimini, sono arrivati fino a Poggio Torriana per riempire le bottiglie alla Casetta dell'acqua sostenendo di non sapere che l'erogazione fosse stata sospesa in seguito all'ordinanza del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'amore non conosce limiti per un 54enne di Santarcangelo, domiciliato a Novafeltria, che nel cuore della notte è stato sorpreso a camminare lungo la Marecchiese in località Ponte Prena di Maiolo. Nonostante il freddo e il tempo da lupi, l'uomo ha dichiarato di stare andando a piedi fino a Ponte Prena del Comune di Sestino, in provincia di Arezzo, "per far visita alla sua compagna". Un 30enne di Montecopiolo è stato controllato a Villa Verucchio, nel pomeriggio di martedì, alla guida della sua auto e ha dichiarato che “stava andando a Verucchio per fare la spesa”. Nei guai anche un 40enne e un 58enne, entrambi senegalesi residenti a Novafeltria, pizzicati a Verucchio i quali hanno sostenuto di stare andando a Rimini "per mandare dei soldi ai parenti in Senegal poiché tutte le banche di Novafeltria erano chiuse”. L'ultimo a finire nella rete è stato un 37enne di Poggio Torriana che “stava rientrando a casa dopo aver fatto benzina a Gualdicciolo nella Repubblica di San Marino”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento