Chilometri di coda sulla Consolare per passare il confine di Stato

Una lunga colonna di auto si è formata nella mattinata di martedì a causa dei controlli per contenere l'epidemia

E' di diversi chilometri, in entrambi i sensi, la coda che si è formata sulla Consolare di San Marino nella mattinata di martedì. Sia per entrare che per uscire dalla Repubblica del Titano gli stringenti controlli operati dalla Gendarmeria per contenere l'epidemia di Coronavirus hanno provocato forti rallentamenti al traffico all'altezza del confine di Stato. Per raggiungere Dogana dall'Italia, la colonna di auto arriva quasi fino allo svincolo per Rovereta. Tutte le auto in entrata e in uscita da San Marino vengono fermate dalla Gendarmeria e, i guidatori, controllati per verificare se lo spostamento è dettato da motivi urgenti o di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Sigilli al ristorante per maxi frode fiscale, evasi 1,3 milioni di euro e trovati 16 lavoratori in nero

  • Da Londra alla Romagna, coppia di sposi trasforma un rudere in una nuova impresa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento