Dubbi sull'adunata degli Alpini, il presidente Favero: "Ci atterremo alle regole"

Coi decreti sempre più stringenti per contenere l'epidemia il numero uno delle penne nere invita tutti a "fare la propria parte"

Si farà l’Adunata Nazionale degli Alpini? Sono sempre più le perplessità sull'organizzazione dell'evento che, a maggio, dovrebbe portare a Rimini oltre 100mila penne nere. Se, ai primi di marzo, arrivavano le rassicurazioni che la macchina organizzativa viaggiava a pieno ritmo nonostante l'epidemia di Coronavirus, nelle ultime ore coi decreti sempre più stringenti per bloccare la diffusione della malattia le cose sembrerebbero essere cambiate. Ad è proprio in questo senso che un messaggio a tutte le penne nere d’Italia arriva dalla sede nazionale degli Alpini di Milano. E’ il presidente Sebastiano Favero a scrivere. “Cari alpini e associati all’ANA, la nostra Italia e noi con essa, stiamo vivendo un momento difficile che richiede da parte di tutti grande disponibilità e senso del dovere. Oggi più che mai comprendiamo quanto sia importante il senso dello Stato. L’unità della Patria, il rispetto delle regole e quanto utile è stato per questo il servizio di leva e quanto lo sarebbe ancora per i nostri giovani. L’ANA, come sempre, si atterrà, anche in questa circostanza, alle disposizioni delle autorità competenti nazionali, regionali e comunali. Come abbiamo ribadito nelle circolari inviate ai Presidenti di Sezione relativamente alla convocazione di assemblee, raduni e manifestazioni”.

“Ad oggi l’ultimo Decreto del Governo vieta qualsiasi manifestazione fino al 3 aprile prossimo. Salvo successivi provvedimenti. Per la nostra Adunata Nazionale degli Alpini prevista a Rimini-San Marino dal 7 al 10 maggio ogni decisione sarà presa nel rispetto delle disposizioni vigenti e delle direttive della regione Emilia Romagna e del comune di Rimini. A cui ci atterremo senza voler prevaricare con decisioni autonome ruoli e competenze. Tutto questo per ribadire che l’ANA e i suoi associati si attengono alle disposizioni, anche le più dure. Senza anticipare autonome decisioni come ogni buon cittadino dovrebbe fare. Permettetemi di ringraziare tutti i nostri volontari, la nostra Protezione Civile e Sanità Alpina che fin dal primo momento di questa emergenza del Coronavirus si sono messi a disposizione fornendo la loro preziosa opera a servizio e supporto delle varie necessità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Chiudo con un invito a tutti di fare la propria parte, sapendo rispettare ruolo e funzione, assicurando che da parte dell’ANA e mia in particolare sapremo prendere le decisioni di competenza in questa emergenza, con tempestività e nel rispetto delle disposizioni emanate. Auguro a quanti sono stati colpiti dal COVID-19 una pronta guarigione, con un pensiero e una preghiera per quelli che purtroppo non ce l’hanno fatta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento