L'epidemia non ferma il mondo della notte: i top dj del Peter Pan suonano in streaming

Iniziativa della discoteca riccionese per animare il fine settimana. Roberto Buffagni: "Quando l’emergenza dovuta al Coronavirus sarà finita, sono convinto che la nostra categoria saprà reagire al meglio"

L'epidemia non ferma il mondo della notte: i top dj del Peter Pan suonano in streaming. La discoteca riccionese, infatti, ha in programma una serie di eventi proponendo, ogni venerdì e sabato dalle ore 21.30,  dei dj set con i suoi resident e una serie di special guest. Venerdì 3 aprile in consolle Tommy Luciani di Vida Loca, la serata urban in calendario al Peter Pan ogni venerdì sera; sabato 4 aprile ospite speciale Joe T Vannelli con la sua house pura al 100%. Tra i prossimi guest in calendario, Claudio Coccoluto e Michel Cleis. La programmazione è curata da Tanja Monies, direttrice artistica del Peter, e sarà rivelata nel dettaglio nei prossimi giorni.

“Mai come in questo momento bisogna stare in casa e rispettare le regole anti-contagio: un comportamento doveroso sia per tutelarci sia soprattutto per rispetto di chi in questo momento è in prima linea – commenta Roberto Buffagni, uno dei soci del Peter Pan di Riccione, Matis di Bologna e Villa delle Rose di Misano Adriatico - Quando l’emergenza dovuta al Coronavirus sarà finita, sono convinto che la nostra categoria saprà reagire al meglio, in quanto in Italia è composta da imprenditori e manager competenti e tenaci. Si tornerà alla normalità, la voglia di divertimento sarà più forte di prima, insieme all’entusiasmo e al desiderio di stare insieme, abbracciarci, ascoltare musica e ballare. In attesa, ogni fine settimana trasmettiamo in streaming dalla pagina Facebook del Peter Pan i set dei nostri resident e di tanti altri dj italiani e stranieri, con la programmazione curata dalla nostra direttrice artistica Tanja Monies”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mi aspetto che il nostro settore sia ascoltato e preso in considerazione dalle Istituzioni come qualsiasi altro settore produttivo - conclude Buffagni - in quanto la nostra categoria imprenditoriale non deve essere seconda a nessuno. L’intrattenimento serale e notturno crea un indotto unico in termini turistici (ristoranti, alberghi, trasporti, spiagge, negozi e bar) e le relative filiere produttive coinvolgono una serie infinita di categorie lavorative: non soltanto i dj e gli artisti in genere, ma anche giardinieri, ferramenta, falegnami, tipografi, stampatori, elettricisti, e potremmo continuare all’infinito. Una discoteca si accende la sera, ma per accenderla servono una serie di dipendenti e collaboratori come in qualsiasi attività diurna, anzi ne servono molti di più: la serata in sé è soltanto il momento finale di una giornata lavorativa che inizia di prima mattina. Come per un musical, come per un film, come per uno spettacolo teatrale, che va in scena tutte le sere, ogni volta uguale, ogni volta diverso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento