Rimini maglia nera per aumento di casi in regione, Venturi: "State a casa"

Tirata d'orecchie alla cittadinanza da parte del commissario: "State a casa, un sacrificio che si fa per qualche settimana e riusciremo a spegnere questa infezione"

"I numeri di oggi sono incoraggianti" ha esordito il commissario Sergio Venturi, nel fare il punto sulla situazione in Regione per il Coronavirus. Mentre nelle altre province i nuovi malati tendono a scendere, nella parte sud le cose non vanno così bene. Se, per la parte nord dell'Emilia Romagna ci sono timidi segnali di miglioramento, la situazione non rispecchia quanto accade nella provincia di Rimini dove, nelle ultime 24 ore, i nuovi malati sono aumentati di 39 unità arrivando a 245, un +19% rispetto a martedì, con altri 4 morti. "Rimini rappresenta la terza provincia con più contagiati della regione - ha bacchettato Venturi - e ha bisogno che i suoi cittadini siano più rigorosi nel seguire le regole, faccio un appello a rimanere nelle proprie case. Un sacrificio che si fa per qualche settimana e riusciremo a spegnere questa infezione".

Sulla situazione riminese, la Prefettura di Rimini ha specificato che secondo i dati forniti dall’AUSL Romagna ad oggi risultano comunicati dalla Regione 245 pazienti positivi a coronavirus, dei quali 238 sono residenti in provincia, 6 residenti fuori regione e il cittadino sammarinese purtroppo deceduto. Si tratta di 245 diagnosi positive su oltre 335mila residenti. Rispetto a quanto comunicato ieri si è registrato un incremento di 37 casi di residenti in provincia di Rimini, di cui 21 uomini e 16 donne. Di questi, 16 sono ricoverati in ospedale e 21 risultano a domicilio in quanto privi di sintomi o con sintomi leggeri. Ai 6 decessi già noti se ne sono aggiunti altri 4: sono uomini di 86, 83 e 82 e 81 anni. Sono oltre 950, infine, le persone in quarantena volontaria obbligatoria. Secondo quanto comunicato dall’Azienda sanitaria, rispetto all’inizio delle positività nella giornata di oggi è da rilevare l’uscita dalla quarantena delle prime 10 persone, che non hanno avuto sintomi e stanno bene. L’AUSL, infine, segnala che, in chiave preventiva, sono state perfezionate le pratiche burocratiche per recuperare ulteriori spazi di degenza, sempre nell’ambito del nuovo Dea.

In Emilia-Romagna sono complessivamente 1.739 i casi di positività al Coronavirus, 206 in più rispetto all’aggiornamento di ieri pomeriggio. Passano da 5.167 a 6.640 i campioni refertati. Si tratta di dati disponibili e accertati alle ore 12, sulla base delle richieste istituzionali. Complessivamente, ci sono 718 persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi; quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 104 (6 in più rispetto a ieri). E salgono a 38 (ieri erano 31) le guarigioni, 37 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 1 dichiarata guarita a tutti gli effetti perché risultata negativa in due test consecutivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 86 a 113: 27, quindi, quelli nuovi, che riguardano 22 uomini e 5 donne; la maggior parte delle persone decedute aveva patologie pregresse, in qualche caso plurime, mentre per 9 pazienti sono ancora in corso gli approfondimenti. I nuovi decessi si sono registrati 13 nella provincia di Piacenza, 4 a Parma, 4 in quella di Rimini, 3 a Reggio Emilia, 2 a Modena (di cui 1 deceduto a domicilio) e 1 a Bologna (del circondario imolese, relativo a un uomo di Medicina). In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 664 (31 in più rispetto a ieri), Parma 378 (53 in più), Rimini 245 (39 in più), Modena 163 (36 in più), Reggio Emilia 114 (10 in più), Bologna 108, di cui 42 del circondario imolese (complessivamente 22 in più, di cui 5 del circondario imolese), Ravenna 31 (7 in più), Forlì-Cesena  24 (di cui 17 Forlì e 7 Cesena, complessivamente 4 in più, di cui 1 a Cesena e 3 a Forlì),  Ferrara 12 (4 in più rispetto a ieri).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Da Londra alla Romagna, coppia di sposi trasforma un rudere in una nuova impresa

  • Sigilli al ristorante per maxi frode fiscale, evasi 1,3 milioni di euro e trovati 16 lavoratori in nero

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento