Minorenne a zonzo di notte: "Devo prendere le sigarette per la mamma"

Nel corso delle ultime ore sono state 6 le persone denunciate dai carabinieri di Novafeltria per non aver rispettato l'ordinanza anti epidemia

Proseguono serrati i controlli dei carabinieri della Compagnia di Novafeltria che, quotidianamente, pattugliano le strade del territorio per far rispettare l'ordinanza anticontagio. Nonostante, oramai, sia in vigore da oltre una settimana e sia stato dato ampio risalto ai divieti di uscire di casa senza motivi urgenti la gente continua ad ignorare il provvedimento finendo così denunciata a piede libero. In particolare, i militari dell'Arma hanno controllato 55 persone e 20 esercizi pubblici con 6 individui deferiti alla magistratura. Nel dettaglio, a finire nei guai è stato un 58enne di Poggio Torriana, sorpreso nella serata di mercoledì, mentre a circa 50 metri dalla propria abitazione stava cercando di dare fuoco a della sterpaglia ai margini di un parcheggio della pubblica via giustificandosi dicendo: “non sapevo dove bruciarla”. Un 31enne di Poggio Torriana che sottoposto a controllo a bordo della sua autovettura, in tarda serata, nel centro storico di Poggio Torriana, riferiva alla pattuglia quale scusa che “si stava recando al distributore di benzina per effettuare rifornimento al mezzo”, motivazione  non giustificata stante l’orario. Un 17 enne residente a Verucchio, sorpreso in quell’abitato lontano dalla propria abitazione alle ore 23,00 circa di ieri, mentre stava in strada intento ad acquistare un pacchetto di sigarette da un distributore di tabacchi. Lo stesso si è giustificato dicendo agli operanti: “sto comprando le sigarette per mia mamma”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Carabinieri della Stazione di San Leo hanno denunciato un 49enne di Rimini incapace di giustificare nel tardo pomeriggio di ieri la sua presenza sulla S.P. 22 “Leontina” di San Leo in sella alla sua bicicletta. L’uomo, sottoposto a controllo, riferiva ai militari che “non era al corrente dei richiami delle recenti legge connesse agli spostamenti fuori comune per espletare attività motorie”. I carabinieri del Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un 26enne residente a Novafeltria sorpreso ieri in tarda serata tranquillamente seduto all’esterno di un bar nel centro del paese, regolarmente chiuso, giustificando la sua presenza sul posto perché “non avendo nulla da fare in casa voleva fumare una sigaretta all’aperto”. Una 34enne residente a Talamello sorpresa nella mattinata di giovedì seduta su di una panchina della piazza di quel Centro storico mentre, nel prendersi il sole, si leggeva un libro, la donna non dava ai militari nessuna motivazione valida della sua presenza sul posto, sembrando anche infastidita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

Torna su
RiminiToday è in caricamento