Tiene aperto il negozio di arredamento, imprenditore denunciato

Insieme a lui sono finite nei guai altre due persone sorprese dai carabinieri a ignorare le norme anticontagio

Nelle ultime ore sono state tre le persone denunciate dai carabinieri di Rimini per non aver ottemperato alle misure di sicurezza per contrastare il contagio da Coronavirus. In particolare, a finire nei guai è stato un imprenditore 42enne che aveva tenuto aperto il proprio negozio di arredamento nonostante non rientrasse in quelle categorie di prima necessità. Gli altri due deferiti per inosservanza del provvedimento delle autorità sono un albanese 30enne e una romena 38enne, entrambi sono stati sorpresi dalle pattuglie dell'Arma mentre si trovavano al volante delle rispettive autovetture e non hanno fornito motivazioni valide che giustificassero la loro uscita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento