Cronaca

"Vado a prendere un mio amico", a zonzo senza motivo e in barba al contenimento del virus

Giovane automobilista fermato dalla Polstrada, per lui e l'amico scatta la denuncia per inosservanza del provvedimento delle autorità

Non era certamente un bisogno impellente e non differibile quello che ha trovato per giustificarsi un albanese 29enne che, nella notte, è stato fermato da una pattuglia della Polstrada mentre girava in auto in barba alle regole per contenere il contagio da Coronavirus. Il ragazzo, fermato sulla Consolare per San Marino, agli agenti che gli chiedevano il motivo per cui si trovasse in strada ha raccontato di essere uscito per andare a prendere un connazionale a casa di un amico e poi accompagnarlo nella sua abitazione. Una giustificazione alquanto debole tanto più che, mentre il 29enne veniva identificato, sul posto è arrivato a piedi anche l'amico 20enne con il quale si doveva incontrare. Per entrambi, quindi, è scattata la denuncia a piede libero per inosservanza del provvedimento delle autorità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vado a prendere un mio amico", a zonzo senza motivo e in barba al contenimento del virus

RiminiToday è in caricamento