rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Corse clandestine, sanzione disciplinare all'agente che cercò di bloccare scooterista con un calcio

La pattuglia in borghese era intervenuta in via Lama a Rimini dove erano stati segnalati da tempo gruppi di ragazzini che correvano in sella alle due ruote

E' arrivata la richiesta di sanzione disciplinare da parte del comandante della polizia Municipale di Rimini nei confronti dell'agente che, lo scorso 1 maggio, cercò di fermare un ragazzino in sella a una moto da enduro che non si era fermato all'alt con un calcio alla ruota posteriore. Una vicenda che ha fatto molto scalpore dopo che un amico del ragazzino ha postto il video della scena su internet diventando virale in pochi minuti. Secondo quanto emerso la decisione del comando della Locale è arrivato in seguito a un comportamento dell'agente ritenuto non adeguato alla situazione e al ruolo ricoperto. La pattuglia in borghese era intervenuta in via Lama dove, da tempo, i residenti avevano segnalato come gruppi di ragazzini in sella agli scooter dessero il via a delle corse clandestine. Il primo paggio la pattuglia in borghese si era presentata sul posto scatenando un fuggi fuggi generale. Nel video si vede l'agente che esce dall'auto civetta, che aveva comunque il lampeggiante blu posizionato sul tetto, e correre verso la moto da enduro per bloccarla. Il giovane in sella, con una manovra, riesce a scartare la divisa che per tutta risposta tenta di sferrare un calcio alla ruota. A riprendere l'intera scena con uno smartphone sarebbe stato un amico del centauro per poi diffonderla sui social scatenando il putiferio. Per la madre del ragazzo, autrice della lettera alla stampa “quel gesto poteva costare caro a mio figlio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corse clandestine, sanzione disciplinare all'agente che cercò di bloccare scooterista con un calcio

RiminiToday è in caricamento