Costa Concordia, arriva la conferma: i corpi sono di Willy e Daya

Le salme dovrebbero rientrare a Rimini in ssetttimana, e ora si potrà quindi procedere all'organizzazione delle esequie. La famiglia ha chiesto il lutto cittadino

La Prefettura di Grosseto ha confermato che tra i corpi individuati due settimane fa a bordo della Costa Concordia, la nave crociera naufragata il 13 gennaio scorso davanti all'isola del Giglio, ci sono anche quello di Williams Arlotti e della figlioletta Dayana. Le salme dovrebbero rientrare a Rimini in ssetttimana, e ora si potrà quindi procedere all'organizzazione delle esequie. I familiari hanno chiesto al sindaco Andrea Gnassi il lutto cittadino e che sia il vescovo a celebrare le esequie.

Ancora non è stato fissato il luogo. Dalla Diocesi le famiglie della vittima non ha ancora ricevuto il via libera alla partecipazione del vescovo Francesco Lambiasi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento