La Guardia Costiera rafforza i controlli per l'estate

Si è predisposto il dispositivo operativo, già collaudato la scorsa estate, in linea con le direttive regionali impartite dalla Direzione Marittima di Ravenna e del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto

Organizzata come ogni anno dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera -, l’operazione "Mare Sicuro", ha come obiettivo quello di vigilare lungo gli 8.000 km di spiagge italiane, a che le Ordinanze di Sicurezza Balneare emanate dalle locali Capitanerie e Uffici Circondariali Marittimi vengano rispettate dai diportisti, dai bagnanti, dai Concessionari e dalle Amministrazioni Comunali.

Il Compartimento Marittimo di Rimini, si estende per circa 44 km di  Riviera Adriatica da Nord verso Sud da Cesenatico   fino a Cattolica , abbracciando  due Province (quella di Rimini e quella di Forlì Cesena) e comprendente gli Uffici dipendenti di Cesenatico, Bellaria, Riccione e Cattolica. Si è predisposto il dispositivo operativo, già collaudato la scorsa estate, in linea con le direttive regionali impartite dalla Direzione Marittima di Ravenna e del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Per quest’anno, la dotazione dei mezzi navali (costituita da tre Motovedette con vocazione rispettiva di soccorso marittimo, polizia marittima e soccorso aereo e 5 gommoni) con è stata ulteriormente potenziata con l’arrivo di un nuova motovedetta veloce la MV CP 713 dodici metri di lunghezza, con potenzialità e apparecchiature all’avanguardia, rischierata a Nord del Compartimento,nel porto di Cesenatico a sostituzione del Gommone veloce “Alfa” ; la dotazione di mezzi è stata rinforzata da altre quattro autovetture acquisite gratuitamente dall’Agenzia del Demanio.

Altra novità è anche il rischieramento di un mezzo nautico più  versatile  e potente, il Boston Whaler presso Locamare Bellaria a Nord del Compartimento Marittimo per la copertura dei Comuni di Bellaria, San Mauro  e Igea Marina. Saranno in totale 68 i militari quotidianamente impiegati a mare e a terra. Uno sforzo non da poco per gli uomini che già quotidianamente espletano i vari servizi d’istituto ma sempre pronti ad affrontare eventuali esigenze legate alla sicurezza della navigazione e della balneazione.

Nel corso della stagione balneare, infatti, saranno effettuati continui sopralluoghi presso gli stabilimenti balneari, al fine di verificare le installazioni nonché il rispetto delle norme di sicurezza, come la presenza dei bagnini e l’efficienza dei mezzi di soccorso, oltre al monitoraggio del naviglio da diporto ed all’espletamento di operazioni di Polizia demaniale, con la verifica degli scarichi in mare e la vigilanza portuale. Nel contempo, continueranno i controlli mirati a garantire il rispetto delle norme riguardanti l’etichettatura, la conservazione e la commercializzazione dei prodotti ittici, a tutela del consumatore.

L’attività operativa di soccorso comprende i contesti più vari, a volte legate alla prevenzione di situazioni di grave pericolo per l’incolumità delle persone siano esse diportisti o bagnanti. Una particolare attenzione sarà dedicata anche alla prevenzione ed alla repressione del fenomeno dell’abusivismo commerciale sulle spiagge mediante la partecipazione in concorso con le altre Forze di Polizia ai pattugliamenti organizzati dalla Questura e dalla Prefettura di Rimini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento