Covid, a Bellaria nuovi test sierologici per il personale e sanificazione del municipio

Sabato gli gli uffici di piazza del Popolo resteranno chiusi al pubblico, compresi i servizi abitualmente aperti, come ad esempio l’URP

A Bellaria Igea Marina giovedì, venerdì e sabato, dando continuità alle proprie politiche di contrasto al contagio da Covid-19, l’Amministrazione ha pianificato una nuova tornata di test sierologici per verificarne l’eventuale diffusione nelle sedi di lavoro: a tal fine, a scopo precauzionale e al pari di quanto avvenuto a inizio novembre e inizio dicembre, tutti i dipendenti del Comune di Bellaria Igea Marina saranno sottoposti a un nuovo screening mediante test sierologico venoso.
Come nelle precedenti occasioni, l’esame intende tutelare la salute e la sicurezza tanto del personale quanto dei frequentatori delle strutture comunali, e non porterà ad alcuna modifica o ridimensionamento dei servizi erogati ai cittadini.
Questa nuova iniziativa in ottica anti Covid-19 sarà completata, nella giornata di sabato, da un ulteriore intervento di sanificazione straordinaria che interesserà la residenza comunale di piazza del Popolo, la Biblioteca, lo IAT e i locali del Comando di Polizia Locale in via Leonardo da Vinci; in tale data gli uffici di piazza del Popolo resteranno chiusi al pubblico nella loro totalità, compresi i servizi abitualmente aperti il sabato, come ad esempio l’URP.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento