Cronaca

Covid in Romagna, nel riminese la percentuale dei positivi scende al 2,9%

Crolla il numero dei ricoveri con la campagna vaccinale che ha visto oltre la metà delle persone da 60 anni in su essere coperte dalla malattia

L'Ausl Romagna ha diffuso il bollettino sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus coi dati che prendono in considerazione l'arco temporale di una settimana e in grado di fornire un aggiornamento più preciso rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico. Ad essere analizzato è stato il periodo dal 17 al 23 maggio durante il quale si sono verificate 631 positività su un totale di 24.933 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 2,5 per cento, evidenziando, anche in questa settimana, una diminuzione del trend dei nuovi casi positivi. Per quanto riguarda la provincia di Rimini, tuttavia, il dato è leggermente più alto (2,9%) con 218 positività su 7418 tamponi. Al momento, comunque, non risultano focolai mentre i casi attivi scendono a 608 di cui solo il 3% è ospedalizzato. Cala drasticamente anche il numero delle persone in condizioni critiche: i ricoveri nei reparti ordinari scendono del 46,5% e in Terapia intensiva del 37,5%. Anche per quanto riguarda i decessi numeri sono al ribasso anche se, dall'inizio dell'epidemia, nel riminese sono state 1067 le persone che non ce l'hanno fatta. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, il 91,3% degli over 80 ha ricevuto almeno la prima dose, dato che scende al 78,7% per la fascia d'età 70-79 anni e al 64,6% per la fascia 60-69 anni.

“Anche questa settimana - commenta Mattia Altini, Direttore Sanitario Ausl Romagna - prosegue a ritmo costante la frenata della circolazione del virus sul nostro territorio. Un dato significativo che si accompagna al calo costante dell’occupazione dei posti letto Covid negli ospedali e nelle Terapie Intensive. In maniera altrettanto veloce prosegue anche la campagna vaccinale, che fin dalle prossime settimane coinvolgerà oltre a nuove fasce di popolazione anche le categorie dei lavoratori. Questa settimana, nel bollettino, abbiamo pubblicato anche i dati di copertura vaccinale  sui target della popolazione, suddivisi per ogni singolo comune presente in Ausl Romagna. Anche da questi numeri, si evince come la copertura vaccinale sui target più fragili e a rischio , abbia raggiunto risultati importanti e molto alti , in linea con le nostre aspettative. Dobbiamo proseguire su questa strada, non smettendo mai di spiegare che il vaccino, qualunque venga proposto, è sicuro e garantisce tutti dal rischio di contrarre la malattia e sviluppare effetti gravi. I dati lo stanno a testimoniare, così come l’importante calo dei decessi che registriamo nelle ultime settimane. Vaccinarsi è un dovere. Salvaguarda l’individuo e la collettività e impedisce, attraverso una bassa circolazione del virus ,il diffondersi di possibili varianti”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Romagna, nel riminese la percentuale dei positivi scende al 2,9%

RiminiToday è in caricamento