rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Il Covid manda ko gli operatori di Hera, organico ridotto e possibili ritardi nella raccolta dei rifiuti

Tenendo conto del numero attuale di operatori contagiati, il picco di criticità dovrebbe essere già stato raggiunto e il problema potrebbe ridursi già dalla prossima settimana

In merito alla situazione pandemica da Covid-19, che sta continuando a colpire il nostro Paese, Hera ha diffuso una nota in cui informa che nella provincia di Rimini da qualche settimana è stato coinvolto anche il personale dei fornitori Hera: questo ha comportato la riduzione degli operatori disponibili per l’esecuzione dei servizi. Considerato che le assenze molto spesso vengono rese note solo al mattino ad inizio turno, è inevitabile che alcuni servizi subiscano dei ritardi. Oltre alle difficoltà a reperire nuovo personale, anche la complessità della tipologia di servizio di raccolta, completamente di tipo domiciliare in zona turistica, non semplifica l’esecuzione a chi si trova a sostituire il collega mancante. Tenendo conto del numero attuale di operatori contagiati, il picco di criticità  dovrebbe essere già stato raggiunto e il problema potrebbe ridursi già dalla prossima settimana.

Per contenere il disagio, Hera in collaborazione con i propri fornitori, ha messo in atto da subito tutte le misure possibili: dalla collaborazione tra le varie aziende fornitrici al prolungamento degli orari di servizio, fino all’ipotesi di riduzioni di alcuni servizi non inerenti la fascia turistica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid manda ko gli operatori di Hera, organico ridotto e possibili ritardi nella raccolta dei rifiuti

RiminiToday è in caricamento