rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca

Sanitari sospesi, nuovo round. "Se la maggioranza fa saltare il numero legale ci ritroviamo in piazza"

Il movimento 3V torna alla carica, giovedì nuovo consiglio tematico. Angelini: "Nel momento in cui verrà a meno il numero legale ci sposteremo all’esterno per mandare un forte segnale umano e politico"

Nuova puntata. I sanitari sospesi, a seguito della scelta di non vaccinarsi contro il Covid, ci riprovano: a essere ascoltati in aula. Il Movimento 3V riminese, guidato dal consigliere comunale Matteo Angelini, ha richiesto e ottenuto per il prossimo giovedì (10 novembre) la convocazione del nuovo consiglio tematico. Lo scorso ottobre la seduta non si era svolta, con la scelta della maggioranza di far venire meno il numero legale. I quattro capigruppo di maggioranza avevano motivato la scelta: “Non parteciperemo ad un evento appositamente pensato per fungere da cassa di risonanza per le ormai note teorie care al Movimento 3V. Sono fondamentali senso di responsabilità e lungimiranza. I vaccini hanno svolto e stanno svolgendo un ruolo determinante nel contrasto agli effetti di una pandemia che ha messo in ginocchio ogni paese, sia in termini sociali che economici”.

Il movimento 3V non molla la presa. E annuncia che se non si svolgerà il consiglio comunale, i sanitari coinvolti torneranno in piazza fuori dalle mura del Comune per esprimere il proprio disappunto. Ora il quadro è anche mutato, a fronte della decisione del nuovo Governo che ha optato per il reintegro: “Come tutti sappiamo, il nuovo Governo ha provveduto al reintegro completo del suddetto personale sanitario, purtroppo però a livello mediatico continuiamo a sentire notizie poco confortanti in questo senso con dichiarazioni prive di senso da parte di Politici di vario grado le cui idee a riguardo sono evidentemente confuse – così in una nota il consigliere Matteo Angelini -. Ritengo l’occasione fondamentale per spazzare via una volta per tutte ogni dubbio riguardo a questa situazione, credo che ogni singolo cittadino abbia il diritto di sapere dove finisce la presa di posizione ideologica politica rispetto a dove invece inizia quello che conta veramente per tutti ovvero la verità”.

Il Movimento 3V prevede un nuovo consiglio sospeso: “Ci troveremo inevitabilmente ancora una volta con una sala consiliare piena di cittadini provenienti da ogni dove per ascoltare il parere autorevole di questi professionisti, ma svuotata da chi avrebbe la responsabilità di espletare il proprio mandato e garantire il rispetto della democrazia nella nostra città, ovvero il sindaco, gli assessori e i consiglieri di maggioranza. L’appuntamento per chi invece ha a cuore il rispetto della Democrazia e la voglia di verità è per giovedì 10 novembre alle ore 18,45 presso la sala consiliare di Rimini, nel momento in cui verrà a meno il numero legale ci sposteremo all’esterno per parlaci, confrontarci e mandare, anche in questa occasione, un forte segnale umano e politico di vicinanza a tutti coloro che hanno subito vessazioni”, conclude Angelini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitari sospesi, nuovo round. "Se la maggioranza fa saltare il numero legale ci ritroviamo in piazza"

RiminiToday è in caricamento