menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Escalation di rapine in villa, famiglia narcotizzata a Covignano

E' ancora ricoverata nel reparto di Terapia Terapia Intensiva di Cardiologia dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini la signora di 72 anni imbavagliata e rapinata sabato mattina nella sua villetta a Torre Pedrera

E’ ancora ricoverata nel reparto di Terapia Terapia Intensiva di Cardiologia dell’Ospedale ‘Infermi’ di Rimini la signora di 72 anni imbavagliata e rapinata sabato mattina nella sua villetta a Torre Pedrera. La donna ha subìto un collasso dovuto allo stress: fortunatamente non è in pericolo di vita, ma i medici hanno deciso di non sciogliere la prognosi. E nel frattempo emerge un altro violento episodio, avvenuto il 27 ottobre scorso a Covignano, in via Carlo Leoni.

Si tratta di un’altra rapina in villa. I banditi sono riusciti ad accedere dopo aver forzato le inferriate del cancello dell’abitazione. Quindi hanno narcotizzato i padroni di casa, riuscendo così con tranquillità a portar via monili per 5mila euro e monili. Questo assalto, di cui si è appreso solo lunedì, è il prima di un’escalation di rapine in abitazioni che si sono verificate nelle zone residenziali della città.

La prima è avvenuta nella nottata tra mercoledì e giovedì. E’ successo intorno alle 2. Una coppia di ristoratori, un 65enne ed una 58enne, stavano rincasando dopo la giornata di lavoro al ristorante di loro proprietà a Viserba, quando è stata aggredita da due individui con il volto coperto. I malviventi hanno trascinato l’uomo e la donna nella loro villetta, intimando loro con un coltello la consegna dell’incassato della serata, circa 2mila euro.

I banditi hanno intimato all’uomo di aprire la cassaforte. Ma quando il padrone di casa ha riferito che non c’era, è stato brutalmente picchiato. I rapinatori hanno poi legato la coppia con alcuni stracci e tappato loro la bocca con del nastro adesivo. Quindi hanno iniziato la caccia alla cassaforte, ma in modo invano. A quel punto si sono dileguati, facendo perdere le loro tracce nella vicina campagna. I malcapitati sono riusciti poi a liberarsi e dare l’allarme alla Polizia. Entrambi sono stati accompagnati al pronto soccorso e giudicati guaribili in due settimane.

Sabato mattina invece i banditi hanno colpito a Torre Pedrera, in via Giumbo. Tre individui, due dei quali armati di pistola, hanno fatto irruzione nella villetta. In quel momento in casa vi era solo una 72enne, poiché il marito era uscito per fare la spesa. La vittima è stata imbavagliata e derubata del denaro e dei preziosi che aveva in casa. I tre banditi sono poi fuggiti, facendo perdere le proprie tracce. A dare l’allarme è stato il compagno della donna.  Polizia e Carabinieri stanno intensificando gli sforzi per individuare i responsabili dei colpi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento