Crac Aeradria: Masini patteggia ed escono di scena Fabbri e Pironi

Tre anni e 10 mesi per l'ex presidente della società di gestione del "Fellini", reati prescritti per l'ex sindaco di Riccione e l'ex presidente della Provincia di Rimini

Tre anni e dieci mesi è la pena stabilita dai giudici per Massimo Masini, ex presidente di Aeradria, in sede di patteggiamento. Escono di scena l’ex sindaco di Riccione Massimo Pironi e l’ex presidente della provincia di Rimini, Nando Fabbri, per prescrizione. Quest'ultimo però potrebbe tornare in ballo, dal momento che il pubblico ministero, Luca Bertuzzi, ha impugnato la sentenza in cui il giudice lo aveva prosciolto per la truffa ai danni dell’ente pubblico. Stesso discorso anche per Stefano Vitali per avere concorso a provocare il dissesto della società. Si è conclusa così una prima fase del processo per il crac della ex società di gestione dell’aeroporto Federico Fellini. Le udienze, che vedono tra gli altri imputati il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, l’ex primo cittadino Alberto Ravaioli, il presidente della Fiera, Lorenzo Cagnoni, e l’ex presidente della Camera di Commercio, Manlio Maggioli, riprenderanno il 28 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento