Crédit Agricole Italia e Fondazione Carim, importante donazione all'Infermi

Stanziati fondi per acquistare una centralina di monitoraggio e 14 monitor per assistere i pazienti in terapia intensiva

Ogni azione concreta può contribuire in modo decisivo alla lotta contro il Coronavirus e la sua diffusione. È a partire da questa consapevolezza che Crédit Agricole Italia e Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini hanno stanziato per l’Ospedale Infermi di Rimini oltre 56.000 euro per acquistare una centralina di monitoraggio e 14 monitor per assistere i pazienti in terapia intensiva, anche nell'ottica di potenziare il DEA, il Dipartimento d’Emergenza e Accettazione.
Si tratta di monitor che controllano costantemente i parametri vitali dei pazienti, verificabili da un’unica postazione di lavoro, così da ottimizzare le mansioni del personale sanitario.

“Abbiamo deciso di intervenire in modo rapido e concreto a favore dell’intero territorio – dichiara Massimo Tripuzzi, Responsabile Direzione Regionale Romagna Crédit Agricole Italia – e siamo orgogliosi di farlo al fianco della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. È un esempio di come sia importante agire insieme nell’interesse non solo dei clienti, ma anche della collettività, principio che racchiude la ragion d’essere del nostro Gruppo. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che, con grande senso di responsabilità e spirito di abnegazione, in questi giorni così difficili continuano ad adoperarsi per salvaguardare la salute di ogni cittadino.”

“Essere al fianco dell’Ospedale – commenta Linda Gemmani, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini - significa essere vicini a tutti i riminesi. Per noi è una priorità. I 74 nuovi posti letto per malati Covid-19 al 4° piano del DEA, che si aggiungono a tutto quanto fatto finora, aiutano ulteriormente la sanità locale a fronteggiare meglio l’emergenza. E ad essere pronta anche in futuro qualora, speriamo di no, ce ne fosse bisogno. L’obiettivo, ieri come oggi, è contribuire a mettere in sicurezza, per quanto possibile, la comunità riminese rispetto al bene primario della salute. Poi bisognerà pensare, tutti insieme, ad affrontare le tante, gravi conseguenze che questa emergenza lascerà sul nostro territorio. Anche su questo fronte faremo, come sempre, la nostra parte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con questa iniziativa Crédit Agricole Italia e Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini vogliono ribadire ancora una volta la vicinanza non solo ai territori, ma anche alle tante persone che si trovano in prima linea ad affrontare questa emergenza, convinti che se ne potrà uscire solo uniti e con l’aiuto di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento