rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Sequestrati e rapinati con una pistola in faccia, terrore al distributore di benzina

Due malviventi incappucciati sono entrati in azione all'ora di chiusura per far sparire tutto l'incasso

E' di circa 8 mila euro il bottino della feroce rapina che, nella serata di venerdì, ha visto i dipendenti del distributore Esso sulla via Popilia venire sequestrati da due malviventi armati. I rapinatori, pare uno italiano e l’altro straniero, sono entrati in azione verso le 19.30 quando l'impianto stava per chiudere. Volto coperto e pistola alla mano, hanno bloccato il personale che stava facendo i conti dell'incasso e il denaro sul tavolo pare non bastasse ai malviventi che, con fare sempre più minaccioso, volevano che venisse aperta anche l'altra cassaforte nonostante i dipendenti non avessero la combinazione. Momenti di tensione tanto che, per coprirsi la fuga, la banda non ha esitto a colpire le vittime e legarle con delle fascette per poi chiuderle a chiave nell'ufficio e poi fuggire in sella a una moto in direzione di Ravenna. Appena i dipendenti sono riusciti a liberarsi hanno dato l'allarme e, sul posto, è intervenuta la polizia di Stato. Sono in corso gli accertamenti da parte degli inquirenti, che hanno acquisito le immagini delle telecamere a circuito chiuso, con la speranza che ci siano elementi utili per identificare i rapinatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati e rapinati con una pistola in faccia, terrore al distributore di benzina

RiminiToday è in caricamento