Cronaca

Crisalide, cercasi Sailing team per portare in mare il messaggio di prevenzione al tumore al seno

Il progetto ha lo scopo di far conoscere a più persone l’importanza della prevenzione al tumore al seno, arma importante e fondamentale, che si realizza attraverso un programma di screening

Sport, vela e prevenzione. Sono le tre parole chiave del progetto “A.a.a. Cercasi Sailing Team” lanciato da Crisalide di Rimini, associazione impegnata da oltre 25 anni in progetti a sostegno delle donne operate di tumore al seno L’obiettivo di “A.a.a. Cercasi Sailing Team” consiste nell’individuare una barca ed il suo team, femminile o misto, che voglia diventare Ambassador di Crisalide durante le regate del proprio programma sportivo, partendo dalla Mediolanum Cup prevista a Rimini per il 17 settembre 2022. Regata organizzata dal Circolo Velico Riminese e Yacht Club Rimini che vede Banca Mediolanum e la Wealth Advisor Alessandra Cellucci a capo di un progetto di unione fra club e Marina.

Il progetto ha lo scopo di far conoscere a più persone l’importanza della prevenzione al tumore al seno, arma importante e fondamentale, che si realizza attraverso un programma di screening, un corretto stile di vita e un’attività sportiva regolare. Il World Cancer Research Fund, infatti, nel suo report “Policy and Action for Cancer Prevention” del 2019, ha stimato che, nei Paesi con stile di vita di tipo occidentale, il 25% di tutti i tumori è attribuibile ad un bilancio energetico “troppo” positivo (in pratica al troppo mangiare e alla sedentarietà) e che potrebbe essere prevenuto con l’adozione di un regime alimentare corretto, la riduzione del sovrappeso e il raggiungimento di livelli sufficienti di attività fisica giornaliera.

“La vela è uno sport al quale abbiamo già dedicato un altro progetto - dichiara Pia Vignali Presidente di Crisalide -. Per due anni abbiamo, infatti, organizzato una veleggiata denominata Vela X Lei e che si svolgeva nel mese di ottobre. Ci sembrava quindi una bella occasione poter salire a bordo di una barca, anche solo in modo simbolico, per raccontare quanto lo sport possa essere un’arma di prevenzione per tante patologie. Il nostro programma annuale, infatti, prevede un ricco calendario di attività motorie che offriamo alle nostre associate. Ma sarà anche un modo per raccontare dei nostri progetti a sostegno delle donne operate al seno".

A rispondere a questo appello c’è anche Cecilia Zorzi, giovane velista professionista, che sarà presente alla regata Mediolanum Cup il 17 settembre. “Negli anni ho capito quanto potenti possano essere i messaggi che si lanciano navigando - dichiara la velista -. Per questo quando ho visto il nuovo progetto di Crisalide ho voluto subito farne parte, per promuovere insieme il forte legame che c’è tra l’attività velica, la prevenzione del tumore al seno e la riabilitazione post-operatoria".

Cecilia Zorzi è nata e cresciuta in Trentino ma ha il mare e la vela nel cuore. Dopo aver seguito un percorso su derive e Nacra 17, con una campagna olimpica, oggi ha deciso di guardare verso i grandi orizzonti della vela d’altura con il suo progetto “Cecilia in Oceano”. Un programma che la porterà ad attraversare l’Oceano Atlantico alla Mini Transat, regata in solitario a bordo dei piccoli Mini 6.50 (barche di 6 metri e 50). Il progetto di Cecilia però non si ferma alla vela perché, come scritto nel suo sito, nasce dalla consapevolezza dell’importanza dello sport, non fine a sé stesso ma in quanto veicolo di messaggi e testimonianze di vita.

“Siamo molto onorate ed orgogliose che Cecilia abbia risposto al nostro progetto - conclude Pia Vignali presidente di Crisalide -. La sua energia, la sua passione ed il suo talento diventeranno una bellissima voce per ascoltare le tante storie che lo sport e la solidarietà sono capaci di raccontare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisalide, cercasi Sailing team per portare in mare il messaggio di prevenzione al tumore al seno
RiminiToday è in caricamento