Crisi Scm, i dipendenti in agitazione ascoltati dal Prefetto di Rimini

La dott.ssa Camporota ha ascoltato con attenzione le storie e le argomentazioni espresse, assicurando il massimo impegno per ricondurre al tavolo le ragioni delle richieste con le esigenze della produzione

Nel corso del pomeriggio di Martedì il Prefetto di Rimini ha ricevuto una delegazione dei lavoratori dell’indotto delle fonderie dell’azienda SCM e il rappresentante del Sindacato Intercategoriale Cobas. L’incontro è stato convocato con il duplice obiettivo di ascoltare dai diretti interessati le motivazioni che hanno generato lo stato di agitazione avviato nei giorni scorsi e, nel contempo, aprire un tavolo istituzionale attorno al quale far convergere tutti i soggetti coinvolti nella complessa vicenda aziendale. Il Prefetto ha ascoltato con attenzione le storie e le argomentazioni espresse, assicurando il massimo impegno per ricondurre al tavolo, attraverso un’azione di terzietà e di mediazione, le ragioni delle richieste con le esigenze della produzione. Prima della formale convocazione del tavolo congiunto la dott.ssa Camporota si è riservata di sentire le altre parti interessate. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento