Crollo del Ponte Morandi, Autostrade rinuncia allo stand al Meeting Rimini

Lo si apprende da fonti vicine all'appuntamento di Cl e all'azienda

Foto da GenovaToday

Dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova, Autostrade per l'Italia rinuncia al suo stand al Meeting di Rimini in programma dal 19 al 25 agosto prossimi. Lo si apprende da fonti vicine all'appuntamento di Cl e all'azienda. Autostrade per l'Italia è uno degli sponsor storici del Meeting, anche se quest'anno né la società operativa né Atlantia avevano esponenti di primo piano attesi a uno dei tanti incontri della kermesse riminese. La decisione è stata presa anche in accordo con la settimana di 'lutto' decretata internamente al gruppo Aspi.

Sono 148 gli incontri previsti dal programma ufficiale della 39esima edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli (“Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”, 19-25 agosto, Fiera di Rimini), 18 gli spettacoli, 14 le mostre (compresa “Il veliero di Narnia” allestita nel “Villaggio Ragazzi”), 32 le manifestazioni sportive. Ammontano a 397 i relatori che interverranno agli incontri. Ma se si allarga lo sguardo oltre i convegni segnalati dal programma ufficiale e si inserisce nel computo gli incontri che si svolgeranno nelle nuove sette arene allestite in Fiera, il numero degli incontri sale a 234 e i relatori diventano 528. Tutti gli incontri e le mostre sono ad ingresso libero. Si possono seguire, gratuitamente, anche tutte le proposte del cartellone Sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento