menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Cattolica la cultura non si ferma tra poesia, letteratura e l'innocenza dei bambini

Il giorno della Liberazione è ricco di appuntamenti, tra i protagonisti l'attore Silvio Castiglioni

Il 25 aprile a Cattolica la cultura non si ferma tra poesia e letteratura, recitazione e conservazione del ricordo. I servizi Culturali comunali celebrano il 75° anniversario della Liberazione con un ricco calendario di appuntamenti che valorizzano il patrimonio culturale. Gli appuntamenti in programma sulle pagine Facebook del Teatro della Regina, del Centro Culturale Polivalente-Biblioteca, del Museo della Regina e sull'evento Facebook #LaCulturaNonSiFerma, privilegiano il punto di vista dei bambini e degli adolescenti, protagonisti e troppo spesso vittime degli orrori della guerra.

Raffaele Bersani, insegnante e appassionato interprete di testi dialettali romagnoli, reciterà la poesia I burdell d'ogg, presentata dal fratello Michele nel 1951 in occasione del Premio nazionale Cattolica di poesia dialettale.
Michele Bersani (Cattolica 1923-1984) è stato un eclettico, con una miriade di interessi tra i quali la scrittura, ma è stato anche e soprattutto un maestro elementare e ama i suoi “burdell”. In questa poesia, in dialetto cattolichino, racconta dei bambini nati “con il rombo del cannone a far da ninnananna”. La guerra è finita da cinque anni e Bersani giura solennemente che mai più si manderanno a morire dei giovani in guerra. La poesia ricevette una menzione speciale dalla giuria del Premio Cattolica.

Sarà poi la volta di Silvio Castiglioni, attore, ricercatore teatrale, direttore dal 1998 al 2005 del Festival di Santarcangelo e che da diversi anni collabora con i teatri di Cattolica, che celebrerà il 75° anniversario della Liberazione ricordando un episodio della Resistenza, accaduto in Sabina, dove era attiva una formazione partigiana denominata Brigata D'Ercole-Stalin. Questo episodio poco conosciuto della Resistenza e delle stragi nazifasciste, ha coinvolto anche un ragazzo milanese di sedici anni, un giovanissimo partigiano fucilato alle spalle e gettato in una fossa. La storia completa, intitolata Osterei (uovo di Pasqua) raccolta e raccontata da Donella Giacotti, potrà essere letta a partire dal 25 aprile sulla rivista on line Volere la Luna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento