rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Dà in escandescenza in pronto soccorso e aggredisce gli agenti, in manette disabile sulla sedia a rotelle

L'uomo era già stato protagonista delle cronache riminesi quando, la scorsa settimana, aveva devastato la hall di un hotel rifiutandosi di lasciare la stanza

Torna agli onori delle cronache riminesi il bosniaco 40enne, disabile e costretto su una sedia a rotelle, che la scorsa settimana aveva devastato la hall di un hotel rifiutandosi di lasciare la stanza. Questa volta, però, la sua aggressività gli è costata le manette. L'uomo, infatti, nella prima mattinata di mercoledì si è presentato in pronto soccorso dell'Infermi dove ha iniziato a dare in escandescenza prendendosela coi sanitari e impedendo loro di svolgere il proprio lavoro. Verso le 7.45 dal nosocomio riminese è partita la telefonata al 112 per l'uomo molesto e, sul posto, è intervenuta una Volante della Questura. Quando gli agenti sono arrivati in ospedale si sono trovati davanti la loro vecchia conoscenza che, anche nei giorni scorsi, aveva collezionato una serie di denunce per danneggiamenti. Il personale della polizia di Stato ha faticato non poco a cercare di convincere il 40enne a calmarsi e, nonostante fosse costretto sulla sedia a rotelle per la mancanza di una gamba, a caricarlo sulla Volante per portarlo negli uffici di piazzale Bornaccini. Anche una volta in Questura l'uomo ha dato in escandescenza, minacciando di morte le divise, tanto che alla fine è stato arrestato per resistenza. Processato per direttissima giovedì mattina, durante l'udienza il bosniaco ha dato in escandescenza e alla fine il giudice ha convalidato il fermo disponendo la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenza in pronto soccorso e aggredisce gli agenti, in manette disabile sulla sedia a rotelle

RiminiToday è in caricamento